Istituzione di un dazio antidumping definitivo sulle importazioni di biciclette originarie della Repubblica popolare cinese

30 ottobre, 2011 scritto da   Stampa Articolo Invia Articolo per Email

Il Ministero dello Sviluppo Economico, Dipartimento per le imprese e l’internazionalizzazione, con Comunicazione pubblicata sul proprio sito web, informa della pubblicazione sulla GUUE del Regolamento di Esecuzione (UE) N. 990/2011 del Consiglio del 3 ottobre 2011 relativo alle misure adottate nei confronti della Cina sulle importazioni di biciclette ed altri velocipedi (compresi i furgoncini a triciclo ma esclusi gli unicicli o monocicli), senza motore, attualmente classificati ai codici NC ex 8712 00 10 (codice TARIC 8712 00 10 90), 8712 00 30 ed ex 8712 00 80 (codice TARIC 8712 00 80 90), originari della Repubblica popolare cinese. Il provvedimento istituisce un dazio definitivo antidumping per i prossimi 5 anni (salvo proroghe), pari al 48,5 % del prezzo netto, franco frontiera dell’Unione, dazio non corrisposto, per i prodotti in questione.

Tale risultato è stato frutto del lavoro e del ruolo svolto soprattutto dalla delegazione italiana, che è riuscita a sostenere in tema di politica di “Difesa Commerciale” le richieste di supporto delle aziende italiane impegnate nella fabbricazione di questa tipologia di prodotto.

Allegati: MINSVEC -Regolamenti – 990_2011 6102011

Comments are closed.