Newsletter N. 32 del 24.11.2014

24 novembre, 2014 scritto da  This page as PDF Stampa Articolo Invia Articolo per Email

Nuove Linee guida dell’Unione Europea sul commercio dei diamanti grezzi

l’Agenzia delle Dogane, con la Circolare N. 18/Ddel 18 novembre 2014, fornisce alcune indicazioni relative al documento “Orientamenti sul commercio con l’Unione Europea (UE)”– Guida pratica per i partecipanti al processo di Kimberley e le imprese che commerciano diamanti grezzi con l’UE, riportato in allegato alla circolare. Tali linee guida, a carattere non vincolante, rappresentano un aggiornamento, necessario a seguito dei nuovi riferimenti derivanti dal Trattato di Lisbona, della versione delle linee guida diramate in allegato alla Circolare n. 31/D del 27 maggio 2003 dall’Area Gestione Tributi e Rapporto con gli Utenti “pro tempore” e rappresentano…

Leggi tutto l’articolo

Progetto RE.TE. – Istruzioni operative per la sperimentazione Fase 2 in ambiente di addestramento e di validazione

Con la nota Prot. 123680 / RU del 20.11.2014 l’Agenzia delle Dogane fornisce chiarimenti in merito alla Fase 1 della sperimentazione del progetto RE.TE, per la quale già con la nota prot.n.45089RU del 06 giugno 2014 erano state emanate le relative istruzioni operative, rendendo disponibili, in ambiente di addestramento, ai soli operatori candidati dalle proprie Associazioni, e in ambiente di validazione agli uffici, le nuove funzionalità di richiesta e rilascio degli identificativi dei registri per via telematica, ed una prima versione del servizio RE.TE. che consente ai soli operatori economici di consultare, stampare ed esportare i dati della contabilità trasmessi…

Leggi tutto l’articolo 

Perfezionamento attivo:equivalenza tra zucchero di barbabietola bianco convenzionale e zucchero bianco biologico

Con la nota prot. 131222 del 20 novembre 2014, l’Agenzia delle Dogane informa che i Servizi della Commissione, nell’ultima riunione del Comitato Codice doganale – sez. procedure speciali del 30 ottobre u.s., hanno evidenziato la necessità di informare sia gli uffici doganali che gli operatori del settore della decisione a cui è pervenuto il Comitato in merito alla possibilità di applicare il sistema della compensazione per equivalenza nel regime di perfezionamento attivo tra lo zucchero di barbabietola bianco prodotto convenzionalmente (CNC 1701 9910 800) e lo zucchero bianco biologico (CNC 1701 9910 200)…

Leggi tutto l’articolo

Operatore economico non UE deve essere registrato ai fini EORI

In particolare, tale articolo introduce l’obbligo per i vettori navali e aerei di essere registrati ai fini EORI, nel caso in cui essi figurano come trasportatori in una dichiarazione sommaria di entrata, nell’ottica di rendere più efficace l’analisi dei rischi, attraverso la loro identificazione con il predetto codice. Tuttavia, la registrazione del vettore non è richiesta se l’operatore dispone e quindi è identificabile attraverso il numero unico ad esso attribuito nel Paese terzo nell’ambito di un programma di partenariato commerciale riconosciuto dall’Unione…

Leggi tutto l’articolo

Semplificazione dell’appuramento del regime di perfezionamento attivo esteso agli aeromobili militari

l’articolo 544 del Regolamento (CEE) n. 2454/93 della Commissione (DAC) prevede una semplificazione dell’appuramento del regime di perfezionamento attivo. Nell’ambito di tale semplificazione, alcune merci di importazione sono considerate riesportate o esportate, sebbene siano state effettivamente immesse sul mercato dell’Unione senza una successiva dichiarazione in dogana e il pagamento dei dazi all’importazione. L’articolo 544, lettera c), del regolamento (CEE) n. 2454/93 riguarda la consegna di aeromobili civili…

Leggi tutto l’articolo

Accordo UE – Svizzera per agevolare i controlli e le formalità al passaggio delle merci alle frontiere

Il 25 giugno 2009 è stato concluso un accordo tra la Comunità europea e la Confederazione svizzera che mira ad agevolare i controlli e le formalità al passaggio delle merci alle frontiere nonché la fluidità degli scambi commerciali tra le due parti contraenti, garantendo nel contempo un elevato livello di sicurezza nella catena logistica. Le parti contraenti si sono impegnate a garantire nel rispettivo territorio un livello di sicurezza equivalente tramite misure basate sulla legislazione vigente nell’Unione europea…

Leggi tutto l’articolo

Allegati: CNSD – Newsletter – 2014 -32 – 24112014

Comments are closed.