Newsletter N. 32 del 2.12.2013

dicembre 2, 2013 scritto da ·

Potenziamento dei servizi regolari di trasporto marittimo: nuovo regolamento della Commissione

Con Circolare N. 20/D del 28 novembre 2013, l’Agenzia delle Dogane comunica che nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea, serie L, n. 294/40 del 6.11.2013 è stato pubblicato il regolamento di esecuzione n. 1099/2013 della Commissione del 5 novembre 2013, concernente il potenziamento dei servizi regolari di trasporto marittimo. Tale regolamento, entrato in vigore il 26 novembre 2013, è parte integrante del progetto della Commissione Europea denominato “cintura blu/ blue belt” che si prefigge l’obiettivo di garantire che le merci dell’UE trasportate via mare possano circolare liberamente nel mercato interno dell’Unione Europea, senza essere soggette agli oneri amministrativi e alle formalità doganali normalmente previsti per le merci di provenienza extra-comunitaria…

Leggi tutto l’articolo

Digitalizzazione Accise: proroga del periodo di sperimentazione

Nel fare seguito alla precedente nota n. 43197 del 06/08/2013 con cui è stata comunicata l’estensione in ambiente di addestramento delle modifiche introdotte nella procedura per l’invio telematico dei dati delle contabilità e la susseguente estensione in ambiente di esercizio prevista per il 3 dicembre 2013, l’Agenzia delle Dogane informa con la nota Prot. 138708/RU del 27 novembre 2013 che in relazione alle segnalazioni pervenute da alcune Associazioni di categoria che hanno manifestato difficoltà operative…

Leggi tutto l’articolo Leggi tutto

Modifiche codici SA delle merci che presentano ingenti rischi di frode e di alcuni codici di imballaggio

dicembre 2, 2013 scritto da ·

La raccomandazione del 26 giugno 2009 del Consiglio di cooperazione doganale (OMD) ha modificato la nomenclatura del sistema armonizzato. Di conseguenza, il 1° gennaio 2012, il regolamento di esecuzione (UE) n. 1006/2011 della Commissione è entrato in vigore e ha sostituito il codice SA 1701 11 con due nuovi codici SA, vale a dire 1701 13 e 1701 14, e il codice SA 2403 10 con due nuovi codici SA, vale a dire 2403 11 e 2403 19.

I corrispondenti codici SA specificati nell’elenco delle merci che presentano ingenti rischi di frode, di cui all’allegato I dell’appendice I della convenzione del 20 maggio 1987 relativa a un regime comune di transito, sono pertanto stati modificati di conseguenza dalla suddetta decisione 2/2013 del Comitato Misto. A causa di una nuova revisione della raccomandazione 21 della Commissione economica per l’Europa delle Nazioni Unite, revisione 8.1, relativa tra l’altro ai codici di imballaggio, è stato necessario adattare di conseguenza l’allegato A2 dell’appendice III della convenzione.  Poiché il formato dei codici di imballaggio è stato modificato da alfabetico 2 (a2) ad alfanumerico 2 (an2) è stato necessario modificare anche il tipo/lunghezza della natura dei colli (casella 31) nell’allegato A1 dell’appendice III della convenzione.

Allegati:2013 – Comitato misto UE EFTA – Decisione 2-2013 – 7112013

Newsletter N. 27 del 28.10.2013

ottobre 28, 2013 scritto da ·

Nomenclatura del sistema armonizzato: modifica dei codici SA e dei codici di imballaggio

L’articolo 15 della Convenzione del 20 maggio 1987 relativa a un regime comune di transito conferisce al comitato misto UE-EFTA sul transito comune istituito dalla convenzione il potere di raccomandare e adottare, mediante decisioni, le modifiche della convenzione e delle appendici. Il 26 giugno 2009 il Consiglio di cooperazione doganale ha adottato una raccomandazione che modifica la nomenclatura del sistema armonizzato…

Leggi tutto l’articolo

Il furto di merci dai depositi doganali comporta la nascita dell’obbligazione doganale all’importazione con il pagamento dei dazi e dell’IVA

Nel pronunciarsi su una domanda di pronuncia pregiudiziale proposta dalla Corte di Cassazione francese, la Corte di Giustizia dell’UE con sentenza della Seconda Sezione dell’11 luglio 2013, fornisce una interpretazione degli articoli 206 del regolamento n. 2913/92 del Consiglio, del 12 ottobre 1992, che istituisce un codice doganale comunitario, e 71 della direttiva 2006/112/CE del Consiglio, del 28 novembre 2006, relativa al sistema comune d’imposta sul valore aggiunto. Il caso riguardava il furto di merci collocate in regime di deposito doganale…

Leggi tutto l’articolo Leggi tutto

Nomenclatura del sistema armonizzato: modifica dei codici SA e dei codici di imballaggio

ottobre 28, 2013 scritto da ·

Decisione del Consiglio del 17 ottobre 2013 relativa alla posizione che dev’essere adottata, a nome dell’Unione europea, in sede di comitato misto UE-EFTA sul transito comune riguardo all’adozione di una decisione che modifica la convenzione del 20 maggio 1987 relativa a un regime comune di transito, con riguardo alla modifica dei codici SA e dei codici di imballaggio: L’articolo 15 della Convenzione del 20 maggio 1987 relativa a un regime comune di transito conferisce al comitato misto UE-EFTA sul transito comune istituito dalla convenzione il potere di raccomandare e adottare, mediante decisioni, le modifiche della convenzione e delle appendici. Il 26 giugno 2009 il Consiglio di cooperazione doganale ha adottato una raccomandazione che modifica la nomenclatura del sistema armonizzato. In conseguenza di tale raccomandazione, il 1° gennaio 2012, il regolamento di esecuzione n. 1006/2011 della Commissione è entrato in vigore e ha sostituito il codice SA 1701 11 con due nuovi codici SA, vale a dire 1701 13 e 1701 14, nonché il codice SA 2403 10 con due nuovi codici SA, vale a dire 2403 11 e 2403 19.

A causa della sostituzione dei codici SA 1701 11 e 2403 10 da parte del regolamento di esecuzione (UE) n. 1006/2011, è stato necessario modificare tali codici anche nell’allegato I (Merci che presentano ingenti rischi di frode) dell’appendice I della convenzione. La Commissione economica per l’Europa delle Nazioni Unite ha emesso la revisione 8.1 della raccomandazione n. 21 relativa tra l’altro ai codici di imballaggio. È pertanto necessario adattare l’elenco dei codici di imballaggio contenuto nell’allegato A2 dell’appendice III della convenzione conformemente a detta revisione.

Poiché il formato dei codici di imballaggio è stato modificato da alfabetico 2 (a2) ad alfanumerico 2 (an2) è altresì necessario modificare il tipo/lunghezza della natura dei colli (casella 31) di cui all’allegato A1 dell’appendice III della convenzione. La decisione in commento definisce la posizione dell’Unione europea in merito alla proposta di modifica.

Allegati: 2013 – Consiglio UE- Decisione – 524 – 17102013

Newsletter N. 26 del 21.10.2013

ottobre 20, 2013 scritto da ·

Aliquota di compartecipazione alle accise sulla benzina e sul gasolio per autotrazione: istruzioni per la trasmissione telematica

Con la nota prot. 113667 /RU del 18/10/2013, l’Agenzia delle Dogane, nel richiamare le note prot. n. 100928/R.U. del 27.08.2013 e prot. n. 103913/R.U. del 05.09.2013 (che fornivano istruzioni concernenti le modalità di versamento dell’accisa sulla benzina e sul gasolio per autotrazione, a seguito di quanto disposto dal DPCM del 26 luglio 2013, , pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 195 del 21.08.2013), fornisce ulteriori indicazioni integrative sul decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 26 luglio 2013, in particolare per quanto riguarda la trasmissione telematica dei dati delle contabilità dettagliate per tipologia di figura professionale…

Leggi tutto l’articolo

Ingresso della Croazia nell’UE: modifiche alla Convenzione del 1987

Con la Decisione N. 1/2013 del 1° luglio 2013, il Comitato CONGIUNTO UE-EFTA sul transito comune ha approvato una serie di modifiche alla convenzione sul regime comune di transito per tenere conto dell’adesione della Croazia all’Unione Europea, avvenuto il 1° luglio 2013. In particolare, a seguito di tale adesione, si è reso necessario introdurre nella convenzione alcuni adattamenti tecnici per quanto riguarda i formulari relativi alla garanzia elencati nell’appendice III…

Leggi tutto l’articolo  Leggi tutto

Pagina successiva »