Newsletter N. 24 del 12 settembre 2011

settembre 11, 2011 scritto da ·

Depositi IVA dopo il “decreto sviluppo”

Con la Nota Prot. 84920/RU del 7/09/2011, l’Agenzia delle Dogane, facendo seguito al comunicato n. 86094 del 20 luglio 2011 (vedasi Newsletter CNSD n. 22/2011), illustra le novità relative all’istituto del deposito IVA, a seguito delle modifiche introdotte dal d.l. 13 maggio 2011, n. 70 (“decreto sviluppo”), convertito in legge 12 luglio 2011, n. 106.
L’attenzione degli operatori viene richiamata sull’obbligo di costituzione (salvi i casi di esenzione), di una garanzia di valore commisurato all’ammontare dell’IVA dovuta sulle merci, svincolabile solo a seguito all’estrazione delle stesse dai locali di deposito…

leggi tutto l’ articolo

Impianti di fabbricazione delle emulsioni stabilizzate

L’Agenzia delle Dogane, con la Circolare N. 28/D del 6 settembre 2011 ricorda che con l’art. 21-bis, comma 1 del D.lgs 504/95 (Testo Unico Accise), nell’ambito di un programma agevolativo approvato dalla Commissione europea e decorrente dal 1° gennaio 2008 e della durata di sei anni, è stata stabilita un’aliquota specifica per le emulsioni stabilizzate di gasolio o di olio combustibile denso, anche prodotte dal medesimo soggetto che le utilizza, per carburazione o per combustione, limitatamente ai quantitativi necessari per il suo fabbisogno…

leggi tutto l’ articolo Leggi tutto

Impianti di fabbricazione delle emulsioni stabilizzate

settembre 11, 2011 scritto da ·

L’Agenzia delle Dogane, con la Circolare N. 28/D del 6 settembre 2011 ricorda che con l’art. 21-bis, comma 1 del D.lgs 504/95 (Testo Unico Accise), nell’ambito di un programma agevolativo approvato dalla Commissione europea e decorrente dal 1° gennaio 2008 e della durata di sei anni, è stata stabilita un’aliquota specifica per le emulsioni stabilizzate di gasolio o di olio combustibile denso, anche prodotte dal medesimo soggetto che le utilizza, per carburazione o per combustione, limitatamente ai quantitativi necessari per il suo fabbisogno.

La disposizione in oggetto ha configurato, limitatamente al periodo 2008-2013, una particolare fattispecie di deposito, non destinato a specifiche esigenze commerciali, nel quale sono fabbricati prodotti sottoposti ad accisa impiegati direttamente per gli usi propri del fabbricante. Per tali depositi trova applicazione l’art.5, comma 1 del D.lgs 504/95. Tuttavia, poiché dagli stessi non possono verificarsi estrazioni di prodotto verso altri depositi, non è richiesta l’emissione da parte del depositario di alcun documento fiscale di trasporto (e-AD o DAS). Inoltre, la ricezione di prodotti energetici è limitata al gasolio o all’olio combustibile denso strettamente necessari per la produzione delle emulsioni stabilizzate.

A seguito di appositi approfondimenti condotti dall’Agenzia, è stato chiarito che per gli impianti in esame, in cui le emulsioni sono sovente prodotte tramite macchinari integrati di ridotta potenzialità, non trova applicazione il regime autorizzativo di cui all’art.1, comma 56 della Legge 239/04 (cfr.  circolare 12/D del 28 marzo 2011, paragrafo 4)

Infine, per le emulsioni stabilizzate in oggetto trovano applicazione le caratteristiche tecniche e le prescrizioni di cui al decreto del Direttore generale dall’allora Dipartimento delle dogane e II.II. del 20 marzo 2000, come modificato dalla determinazione del Direttore dell’Agenzia delle dogane del 2 maggio 2001.

Premesso utto ciò, la corcolare in oggetto fornisce una serie di istruzioni operative relative sia alla caratterizzazione dell’uso proprio delle emulsioni; alla richiesta di autorizzazione fiscale; all’assetto tecnico–fiscale del deposito; alla verifica tecnica di primo impianto; al rilascio dell’autorizzazione ad istituire il deposito fiscale e della licenza d’esercizio; all’esercizio del deposito fiscale, inclusi l’accertamento della produzione, la liquidazione ed il pagamento dell’imposta e tenuta delle contabilità; nonché riguardo le verifiche e controlli. Per i dettagli si rimanda al testo della circolare.

Allegati:Agenzia Dogane – Crcolari – 28D – 06092011

Newsletter N. 1 del 3 Gennaio 2011

gennaio 3, 2011 scritto da ·

Regolamento (UE) n. 430 del 20 maggio 2010, primi chiarimenti dall’Agenzia delle Dogane

Con la Circolare N. 18/D (Prot. 162477RU) del 29 dicembre 2010, l’Agenzia delle Dogane rende noto che con il Regolamento (UE) n. 430 del 20 maggio 2010 (in GUUE, serie L n. 12/10 del 21 maggio 2010), sono state apportate alcune modifiche al Reg. (CEE) 2454/93 (DAC) che trovano applicazione a decorrere dal 1° gennaio 2011. Le modifiche in questione riguardano sia aspetti di natura procedurale del regime dell’esportazione sia profili di applicazione delle misure di sicurezza…
Leggi tutto l’ articolo

Adeguamento del Servizio Telematico Doganale EDI al codice EORI

Come noto, il 1° luglio 2009 è stato dato l’avvio al sistema di registrazione e di identificazione degli operatori economici denominato E.O.R.I. (Economic Operator Registration and Identification), il quale prevede l’attribuzione agli operatori economici e ad altre persone che prendono parte ad attività disciplinate dalla regolamentazione doganale, da parte degli Stati membri, di un codice identificativo, univoco su tutto il territorio comunitario da utilizzare nei rapporti tra i soggetti in questione e le Amministrazioni doganali, nonchè per lo scambio di informazioni tra le Amministrazioni doganali dei diversi Stati membri…
Leggi tutto l’ articolo Leggi tutta la Newsletter

Telematizzazione delle accise e DAA Telematico, differimento della trasmissione in forma esclusivamente telematica del documento di accompagnamento previsto per la circolazione, in ambito nazionale, degli oli lubrificanti e bitumi di petrolio

gennaio 3, 2011 scritto da ·

Con la determinazione del Direttore dell’Agenzia delle Dogane Prot. 148000/RU del 28 dicembre 2010 viene differita al 1° gennaio 2012 la decorrenza dell’obbligo, prevista dal comma 1, dell’art. 1 della Determinazione Direttoriale prot. n.38869 del 1° aprile 2010, per l’adozione del documento amministrativo, in forma elettronica, per la circolazione, in ambito nazionale dei prodotti per i quali non è stata assolta l’imposta di cui all’articolo 61 del Testo Unico Accise (D.lgs n. 504/1995). Leggi tutto

Newsletter N. 21 del 28 giugno 2010

giugno 27, 2010 scritto da ·

Ratifica ed esecuzione del Protocollo dell’8 maggio 2003 di modifica della Convenzione sull’uso dell’informatica nel settore doganale: sulla “Gazzetta Ufficiale” del 23 giugno 2010 n. 144 è stata pubblicata la legge 4 giugno 2010 n. 92, che modifica la Convenzione sull’uso dell’informatica nel settore doganale istituendo un archivio di identificazione dei fascicoli a fini doganali. La banca dati in questione costituisce un ulteriore passo in avanti nella lotta alla criminalità transnazionale, in quanto predispone un ulteriore strumento di cooperazione doganale volte ad intensificare gli interventi repressivi. Esso infatti consentirà alle autorità doganali di scambiarsi informazioni per via elettronica sull’esistenza di fascicoli d’indagine riguardanti indagini in corso o completate…
Leggi tutto l’ articolo

Decisione N. 1/2010 «Omnibus» del Comitato di Coperazione UE-San Marino del 29 marzo 2010 che stabilisce diverse misure di applicazione dell’accordo di cooperazione e di unione doganale tra la Comunità economica europea e la Repubblica di San Marino: l’accordo di cooperazione e di unione doganale tra la Comunità economica europea e la Repubblica di San Marino (in GUUE L 84 del 28.3.2002), è entrato in vigore il 1° aprile 2002. Da tale data ha di conseguenza cessato di applicarsi il precedente accordo interinale di commercio e di unione doganale tra la Comunità economica europea e la Repubblica di San Marino (GUUE L 359 del 9.12.1992)…
Leggi tutto l’ articolo

Leggi tutta la Newsletter

Pagina successiva »