Newsletter N. 30 del 10.11.2014

novembre 9, 2014 scritto da ·

Orientamenti per l’attuazione della legislazione FLEGT da parte delle autorità doganali

La Commissione europea, con la Comunicazione 2014/C 389/02, fornisce una serie di linee direttrici relative alla legislazione sulle importazioni di legname nell’UE (governo e il commercio nel settore forestale, FLEGT). Tale quadro giuridico istituisce un sistema di controlli per taluni legni e prodotti derivati esportati da paesi che hanno concluso con l’UE un accordo volontario di partenariato (AVP). Il legno e i prodotti derivati esportati da tali paesi devono disporre di una licenza FLEGT, rilasciata nel paese partner, che attesti la legalità dei prodotti…

Leggi tutto l’articolo 

Progetto CARGO: revisione dei tracciati dei manifesti

Con comunicazione del 4.11.2014 l’Agenzia delle Dogane informa che il 2 dicembre 2014 avrà inizio la sperimentazione delle nuove funzionalità relative al progetto CARGO per l’attuazione dell’interoperabilità con le Capitanerie di porto, la gestione dei corridoi controllati e l’indicazioni di dati statistici destinati all’Istat. In allegato al comunicato vengono riportati i nuovi tracciati ai quali sono state apportate ulteriori migliorie…

Leggi tutto l’articolo Leggi tutto

Newsletter N. 29 del 2.11.2014

novembre 3, 2014 scritto da ·

Riduzione o sulla soppressione dei dazi doganali sulle merci originarie dell’Ucraina

l’Ucraina è un paese partner prioritario nell’ambito della politica europea di vicinato e del partenariato orientale con il quale l’Unione europea da tempo cerca di instaurare un rapporto sempre più stretto in vista dell’associazione politica e dell’integrazione economica di quest’ultima con l’Unione. A tale scopo, tra il 2007 e il 2011 l’Unione e l’Ucraina hanno negoziato un accordo di associazione comprendente una zona di libero scambio globale e approfondito (DCFTA), siglato da entrambe le parti il 27 giugno 2014. A norma delle disposizioni dell’accordo, l’Unione e l’Ucraina sono tenute a istituire una zona di libero scambio …

Leggi tutto l’articolo

Adeguamento dei tracciati ENS ed EXS alle specifiche comunitarie

Con Comunicato del 24.10.2014l’Agenzia delle Dogane informa che il 28 ottobre 2014 avrà inizio la sperimentazione delle nuove funzionalità previste nell’ambito dell’adeguamento dei tracciati ENS ed EXS alle specifiche comunitarie (Kel 0.27). In particolare, è stata modificata la condizione C501 della ENS (e relativa rettifica RENS e diversione DIV)attualmente strutturata come segue: C501 IF the attribute ‘TIN’ is present in the data group THEN this attribute = ‘O’ ELSE this attribute = ‘R’ Che cambierà nel seguente modo…

Leggi tutto l’articolo Leggi tutto

Progetto CARGO: revisione dei tracciati dei manifesti e dei messaggi dei Gestori di temporanea custodia

novembre 3, 2014 scritto da ·

Con Comunicato del 27.10.2014, l’Agenzia delle Dogane informa che nel corso del mese di novembre 2014 avrà inizio la sperimentazione delle nuove funzionalità relative al progetto CARGO per l’attuazione dell’interoperabilità con le  Capitanerie di porto, la gestione dei corridoi controllati e l’indicazioni di dati statistici destinati  all’Istat.

Gli interventi di manutenzione evolutiva realizzati riguardano la modifica di alcuni tracciati del  Manifesto Merci in Arrivo e del colloquio gestori TC, come evidenziato in dettaglio nell’allegato tecnico annesso al comunicato. Le modifiche di maggior rilievo sono le seguenti:

1. Modifica tracciati record ‘A’ (dati generali) – Z (chiusura) del Manifesto Merci in Arrivo

Al fine di completare il processo di interoperabilità tra l’Autorità Marittima e l’Agenzia delle  Dogane e dei Monopoli, iniziata con lo sdoganamento in mare, sono state apportate alcune  modifiche ai tracciati del Manifesto Merci in Arrivo che hanno determinato, nel tracciato del record ‘A’ (acquisizione e rettifica), l’inserimento di nuovi campi:

• Nome Nave;

• Voyage Number;

• Campo Note;

• Identificativo sosta – Visit_ID.

Per agevolare il flusso informativo per gli operatori del settore coinvolti nello sdoganamento in  mare, è stato introdotto nel tracciato record ‘A’ di acquisizione il nuovo campo:

• Richiesta di autorizzazione al preclearing;

che a regime permetterà la gestione automatizzata delle richieste.

Per quanto concerne il campo 7 del tracciato di acquisizione del tipo record ‘A’, nel caso di  mezzo marittimo, è stata gestita l’accettazione dei nuovi suffissi “MSI” relativo al codice  MMSI per le navi sprovviste di codice IMO ed “ENI”.

È stato inoltre modificato il tracciato del record Z di chiusura del manifesto prevedendo nuovi campi:

• Totale camion con motrice;

• Totale camion senza motrice;

• Totale veicoli nuovi;

• Totale camion nuovi.

2. Modifica tracciati acquisizione-rettifica record B (merce in sbarco) del Manifesto Merci in Arrivo

Con le nuove soluzioni procedurali da sperimentare per favorire il colloquio con gli attori del  cluster logistico portuale, sono stati rafforzati gli interventi per disporre di una rete di controllo  e monitoraggio documentale della merce, nelle more di disporre dei colloqui con le piattaforme logistiche di riferimento per abbinare anche il monitoraggio “fisico” dallo sbarco alla destinazione finale e dal luogo di carico all’imbarco. È stato quindi modificato il record B (acquisizione e rettifica), come indicato nell’allegato tecnico per includere anche l’indicazione dell’handler/terminalista portuale e dell’handler/terminalista di destinazione e del gestore del viaggio/missione che potranno, con gli opportuni messaggi del colloquio TC, avere accesso alle informazioni di propria competenza.

Il Comunicato fa inoltre presente che in acquisizione l’indicazione dei nuovi dati dei tracciati 5.0 sarà consentita solo su righe madri mentre per le rettifiche dei record B ‘figli di righe madri’ si consentirà la sola rettifica del peso e dei colli, ovviamente con quadratura dei totali sulla riga madre.

3. Modifica messaggi Gestori TC

Al fine di migliorare l’attuale procedura di colloquio con i gestori di magazzini di temporanea  custodia e Terminal container, è stata prevista la variazione del messaggio C in modo che rappresenti l’attestazione dell’ingresso di un container anche per le movimentazioni su “corridoi controllati” (Tipologia presa in carico =2).

I messaggi 1 e 2 dei Gestori TC sono stati inoltre resi utilizzabili anche agli Handler portuali e  di destinazione nel caso di manifesti in arrivo con mezzo di trasporto navale.

La data dell’effettiva disponibilità delle nuove funzionalità in ambiente di esercizio, con i relativi  dettagli operativi, sarà comunicata con un’apposita nota che sarà pubblicata sul sito Internet dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Gli operatori economici del settore sono invitati a predisporre le modifiche necessarie ai  propri sistemi al fine di predisporsi per l’effettuazioni dei test, rivolgendosi in caso di  necessità ai canali di assistenza pubblicati sul sito dell’Agenzia delle Dogane e dei  Monopoli.

AllegaAgenzia Dogane – Comunicazioni – 27102014ti:

Newsletter N. 23 del 30.09.2013

settembre 28, 2013 scritto da ·

Progetto EMCS – movimentazione in regime sospensivo

Con la nota prot. 113007/RU del 27 settembre 2013, l’Agenzia delle Dogane comunica che, in attuazione di quanto stabilito dal piano dei Servizi della Commissione Europea, il sistema EMCS è stato aggiornato secondo le specifiche previste dalla fase 3.1. Tali specifiche comportano modifiche ai tracciati record, alle tabelle, alle condizioni e alle regole relative ai seguenti messaggi…

Leggi tutto l’articolo

Trasformazione di lingotti di silicio – Esame delle condizioni economiche da parte del Comitato Codice Doganale

L’Agenzia delle Dogane con la nota Prot. 108629 del 24 settembre 2013 informa che nel corso della 31a riunione del Comitato Codice Doganale – sezione procedure speciali, tenutasi a Bruxelles il 1° luglio 2013, il Comitato ha accolto un’istanza presentata dalla delegazione polacca per essere sottoposta ad esame delle condizioni economiche, ai sensi dell’art.552 par.2 del Reg. CEE 2454/93, di trasformazione sotto controllo doganale di lingotti di silicio monocristallini drogati (CNC 2804 6900) da trasformare in wafer di silicio da utilizzare in elettronica (CNC 3818 0010)…

Leggi tutto l’articolo Leggi tutto

Merci non comunitarie aventi la posizione di merci in custodia temporanea: sentenza della Corte

settembre 28, 2013 scritto da ·

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea, con sentenza della quinta Sezione del 27 giugno 2013 emessa su domanda di pronuncia pregiudiziale proposta dallo Hoge Raad der Nederlanden — Paesi Bassi – Staatssecretaris van Financiën/Codirex Expeditie BV (Causa C-542/11) ha precisato che gli articoli 50, 67 e 73 del regolamento (CEE) n. 2913/92  (Codice doganale comunitario), come modificato dal regolamento (CE) n. 648/2005, devono essere interpretati nel senso che merci non comunitarie oggetto di una dichiarazione doganale accettata dalle autorità doganali ai fini del loro vincolo al regime doganale del transito comunitario esterno e aventi la posizione di merci in custodia temporanea, sono vincolate a tale regime doganale (e ricevono quindi una destinazione doganale) nel momento in cui lo svincolo di dette merci è concesso.

Allegati:

Corte – 2013 – Causa C542_11 – Domanda di pronuncia – 24102011

Corte – 2013 – Causa C542_11 – Sentenza – 27062013

Pagina successiva »