Newsletter N. 12 del 14 maggio 2012

maggio 12, 2012 scritto da ·

Utilizzo di autoveicoli immatricolati in Svizzera da parte di soggetti residenti in Italia 

Con comunicazione Prot. 56256 /RU del 7 maggio 2012, l’Agenzia delle Dogane informa che a seguito della pubblicazione, da parte di alcuni organi di stampa, di una serie di articoli in materia di utilizzo nell’UE di autoveicoli immatricolati in Svizzera da parte di soggetti residenti in Italia, si rende necessario un intervento volto a fornire chiarezza sull’argomento, al fine di consentire agli interessati il rispetto della norma.

Leggi tutto l’articolo

Ottenimento Status di Operatore Economico Autorizzato: modifiche alla documentazione richiesta

Con la Circolare 10/D  dell’11 maggio 2012, l’Agenzia delle Dogane informa che in ottemperanza alle modifiche introdotte dall’art. 15, comma 1, della Legge 12 novembre 2011, n. 183 /recante “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato, cd. “legge di stabilità 2012”), il certificato camerale, previsto dalla circolare 36/D del 28.12.2007, richiesto ai fini dell’ottenimento della certificazione AEO, non è più richiesto…

Leggi tutto l’articolo Leggi tutto

Semplificazione adempimenti doganali, rilascio automatizzato dei Certificati P2

maggio 12, 2012 scritto da ·

La Circolare 8/D del 9 maggio 2012, l’Agenzia delle Dogane fornisce un nuovo quadro delle modalità operative da porre in essere da parte degli operatori economici interessati al rilascio dei certificati P2 (Certificate for the export of pasta to the USA), di cui all’art. 2 del Regolamento CE 88/2007 del 12/12/2006, il quale sostituisce le precedenti istruzioni dettate con circolare n. 21/D del 10 novembre 2009, prot.n.134201/RU.

Come è noto il certificato denominato P2, composto da un originale e tre copie, introdotto con apposita regolamentazione comunitaria a seguito dell’adozione di specifici accordi tra l’Unione Europea e gli Stati Uniti d’America, accompagna l’esportazione verso gli USA di paste alimentari di cui ai codici NC 1902 11 00 e 1902 19 della Tariffa doganale e viene rilasciato dall’Agenzia delle Dogane.

A decorrere dal 2 luglio 2012, l’operatore economico che intenda chiedere il rilascio di tale certificato (in luogo dell’istanza cartacea, finora presentata all’Ufficio delle Dogane competente per territorio, in relazione alla sede legale della Ditta), dovrà solo indicare il codice documento “C012” nella casella 44.7 del singolo della dichiarazione di esportazione verso gli USA di pasta alimentare di cui ai codici NC 1902 11 00 e 1902 19.

L’indicazione del suddetto codice, obbligatoria per ogni singolo interessato all’esportazione di cui sopra, determina l’emissione da parte del sistema informatico doganale – AIDA – di un certificato P2 recante fedelmente i dati esposti in dichiarazione.

Qualora non venga indicato il codice documento “C012” nel campo 44.7, il sistema non accetterà la dichiarazione di esportazione, segnalando il rifiuto con apposito messaggio di errore, pur in presenza delle condizioni per cui si rende necessario il rilascio del certificato P2.

Al certificato P2 viene attribuita una numerazione unica progressiva nazionale per ciascun anno solare. Per il 2012 la numerazione in questione inizierà dal 2 luglio. Al fine di evidenziare il collegamento tra la dichiarazione doganale ed il certificato, il numero ad esso attribuito viene anche riportato, per ogni singolo interessato, in corrispondenza del codice C012.

Per ritirare il certificato P2 – originale e Copy 1 – l’operatore economico dovrà recarsi, presso l’Ufficio delle Dogane di emissione della dichiarazione di esportazione che, sulla base del MRN comunicato dal medesimo, provvederà alla stampa e al rilascio del certificato stesso debitamente firmato e timbrato.

A far data dal 2 luglio 2012 i certificati rilasciati in applicazione della citata circolare n.21/D del 10 novembre 2009 e non utilizzati non saranno più validi.

L’Agenzia fa inoltre presente che la rettifica/revisione di singoli della dichiarazione interessati al rilascio del certificato di cui si tratta, comporta l’emissione di un nuovo certificato conforme alle variazioni apportate alla dichiarazione doganale. La stampa e consegna del nuovo certificato P2 è subordinata alla restituzione degli esemplari eventualmente già in possesso dell’operatore economico. Nessun nuovo documento verrà rilasciato, invece, nel caso in cui la rettifica della dichiarazione non incida su campi rilevanti rispetto al certificato già emesso.

Diversamente, l’annullamento di una dichiarazione di esportazione comporta il contestuale annullamento di tutti gli eventuali certificati P2 correlati; anche in questo caso l’operatore economico dovrà restituire gli esemplari degli eventuali certificati in suo possesso.

Si rappresenta, infine, che per ottenere il rilascio di un “duplicato” l’operatore economico dovrà presentare all’Ufficio delle Dogane di emissione della dichiarazione di esportazione l’originale della denuncia di smarrimento e la ricevuta di pagamento degli oneri dovuti all’Agenzia delle Dogane.

Per le modalità operative di utilizzo della nuova procedura informatica da parte degli uffici doganali si rinvia ad apposito protocollo procedurale di prossima emanazione e alle ulteriori istruzioni che verranno fornite dalla Direzione Centrale Tecnologie per l’Innovazione.

Allegati:  Agenzia Dogane – Crcolari – 8D – 9052012

Newsletter N. 12 del 19 aprile 2010

aprile 18, 2010 scritto da ·

Dazi doganali supplementari sulle importazioni di determinati prodotti originari degli Stati Uniti d’America, sostituiti gli allegati I e II del Reg. (CE) n. 673/2005 del Consiglio: a seguito del rifiuto, da parte degli Stati Uniti, di modificare, la legge nota come “Byrd Amendment” (cd. CDSOA, ossia “Continued Dumping and Subsidy Offset Act”), l’Unione Europea ha istituito con Regolamento (CE) n. 673/2005 del Consiglio del 25 aprile 2005, a titolo di ritorsione commerciale, un dazio doganale ad valorem supplementare del 15% sulle importazioni di determinati prodotti originari degli USA a partire dal 1° maggio 2005
Leggi tutto l’ articolo

Informatizzazione presso gli uffici aeroportuali: con Comunicazione del 13 aprile 2010, l’Agenzia delle Dogane ricorda che ai sensi dei Regg. (CE) 648/2005, 1875/2006, 243/2009 e 312/2009, dal 1° gennaio 2011, con l’avvio dell’ICS fase 1 e il completamento dell’ECS fase 2, sarà obbligatorio indicare i dati relativi alla sicurezza nelle dichiarazioni sommarie di ingresso e di uscita. In tale ottica costituisce prerequisito indispensabile l’invio telematico dei manifesti in arrivo e in partenza (MMA e MMP)
Leggi tutto l’ articolo

Leggi tutta la Newsletter

Regime delle restituzioni all’esportazione per i cereali esportati sotto forma di paste alimentari negli Stati Uniti d’America, rettifiche alla Circolare 21/D del 10 novembre 2009 dell’Agenzia delle Dogane

novembre 23, 2009 scritto da ·

E’ pubblicata la versione corretta della circolare 21/D/2009 dell’Agenzia delle Dogane (vedasi newsletter CSD n. 32/2009). Si ricorda che a decorrere dal 1° gennaio 2010, la competenza al rilascio dei certificati P2 passa dall’Area Centrale (Ufficio Tutela Interessi Finanziari dell’Unione Europea) ai singoli uffici doganali competenti in relazione all’ubicazione della sede legale del soggetto richiedente.

Allegati: Agenzia Dogane – 2009 – Circolari – 21D – 24122009