Newsletter N. 4 del 6 febbraio 2012

febbraio 6, 2012 scritto da ·

 Progetto CARGO, MMP versione 4.3: aggiornate le F.A.Q.

Con comunicazione del  1 febbraio 2012, l’Agenzia delle Dogane informa che, in occasione della fase di avvio del nuovo tracciato MMP 4.3, disponibile in ambiente di reale dallo scorso 5 gennaio, sono state aggiornate una serie di F.A.Q. relative alla compilazione dei relativi record.

Leggi tutto l’articolo

Regime del deposito doganale,fiscale ai fini accise e ai fini IVA

l’Agenzia delle dogane, ad integrazione alla direttiva prot. n. 127293/RU del 4 novembre 2011, ha emesso la nota prot. 148047 /RU del 1 febbraio 2012, con cui vengono fornite le ennesime precisazioni relative al regime del deposito IVA, in particolare sulle condizioni e le modalità per il rilascio dell’esonero ex art. 90 del TULD dalla prestazione di garanzia per l’introduzione di beni nei depositi IVA di cui all’art. 50 bis del D.L. n.331/1993, convertito dalla legge n.427/1993…

 Leggi tutto l’articolo Leggi tutto

Regime comunitario delle franchigie doganali relativo a sostanze biologiche o chimiche

febbraio 6, 2012 scritto da ·

Con il Regolamento di esecuzione (UE) N. 80/2012 del 31 gennaio 2012, la Commissione europea provvede alla codificazione del Regolamento (CEE) n. 2288/83 della Commissione, del 29 luglio 1983, che fissa l’elenco delle sostanze biologiche o chimiche di cui all’articolo 60, paragrafo 1, lettera b), del regolamento (CEE) n. 918/83 del Consiglio relativo alla fissazione del regime comunitario delle franchigie doganali. Il Regolamento in questione era infatti stato modificato in modo sostanziale e a più riprese dopo la sua adozione, per cui si è ritenuto opportuno provvedere alla sua codificazione a fini di razionalità e chiarezza. Si ricorda che l’art- 53, paragrafo 1, lettera b), e paragrafo 2 del regolamento (CE) n. 1186/2009 prevede l’ammissione in franchigia dai dazi all’importazione di sostanze biologiche o chimiche importate esclusivamente per scopi non commerciali, destinate sia a istituti pubblici o di utilità pubblica o a servizi da essi dipendenti, sia a istituti privati autorizzati, la cui attività principale consiste nell’insegnamento o nella ricerca scientifica. La concessione di tali franchigie è tuttavia limitata alle sostanze biologiche o chimiche di cui non esiste una produzione equivalente nel territorio doganale dell’Unione e che figurano in un elenco stabilito secondo la procedura di cui all’articolo 247 bis, del regolamento (CEE) n. 2913/92 del Consiglio, del 12 ottobre 1992, che istituisce un codice doganale comunitario. Il regolamento in oggetto riporta in allegato l’elenco delle sostanze biologiche o chimiche per le quali non esiste una produzione equivalente nel territorio doganale dell’Unione.

Allegati: Commissione Europea – 2012 – Regolamenti – 80 – 31012012

Newsletter N. 11 del 18 aprile 2011

aprile 18, 2011 scritto da ·

Precursori di droghe, modifica dell’Allegato IV del Regolamento (CE) n. 1277/2005

Con la circolare 13/D dell’11 aprile 2011, l’Agenzia delle Dogane illustra le novità introdotte dal Regolamento (CE) n. 225/2011 della Commissione del 7 marzo 2011, il quale ha modificato l’Allegato IV del Regolamento (CE) n. 1277/2005 contenente l’elenco, per ciascuna delle sostanze definite “precursori di droga”, dei paesi in relazione ai quali è necessaria una notifica preventiva all’esportazione…
Leggi tutto l’ articolo

Ulteriori precisazioni sull’import di prodotti alimentari originari o provenienti dal Giappone

L’Agenzia delle Dogane, con la nota informativa n° 46316 del 14 aprile 2011, richiama l’attenzione degli operatori sul fatto che nella Gazzetta Ufficiale dell’UE n. 97 del 12 aprile 2011, è stato pubblicato un regolamento di modifica del Reg. (UE) n. 297/2011 che fornisce ulteriori precisazioni riguardo l’import di prodotti alimentari (destinati al consumo umano od animale) originari o provenienti dal Giappone…
Leggi tutto l’ articolo Leggi tutto

Precursori di droghe, modifica dell’Allegato IV del Regolamento (CE) n. 1277/2005

aprile 18, 2011 scritto da ·

Con la circolare 13/D dell’11 aprile 2011, l’Agenzia delle Dogane illustra le novità introdotte dal Regolamento (CE) n. 225/2011 della Commissione del 7 marzo 2011, il quale ha modificato l’Allegato IV del Regolamento (CE) n. 1277/2005 contenente l’elenco, per ciascuna delle sostanze definite “precursori di droga”, dei paesi in relazione ai quali è necessaria una notifica preventiva all’esportazione.

I precursori di droghe sono sostanze chimiche utilizzate in numerosi processi industriali e farmaceutici le quali possono avere una funzione cruciale nella produzione, fabbricazione e preparazione illecita di droghe d’abuso, sia di origine naturale che di sintesi o di semisintesi. L’Allegato IV in particolare, elenca i paesi terzi che hanno chiesto di ricevere notifiche preventive alle esportazioni a norma dell’articolo 12, paragrafo 10, della Convenzione delle Nazioni Unite del 1988 contro il traffico illecito di stupefacenti e di sostanze psicotrope, elenco che si arricchisce ora con l’Afghanistan, l’Australia e il Ghana, e che vede incluso l’acido fenilacetico (precursore classificato dal Reg. CE n. 111/2005 nella categoria n. 2), fra quelle sostanze per le quali è richiesto l’invio della notifica di pre-esportazione in relazione all’esportazione verso qualsiasi paese terzo.

Il nuovo regolamento estende inoltre l’obbligo di autorizzazione singola per l’esportazione verso l’Afghanistan, l’Australia e il Ghana di alcuni precursori di categoria 3, e precisamente: metiletilchetone, toluene, acetone ed etere etilico.

Infine viene evidenziato che in Italia, gli adempimenti connessi alle notifiche di pre-esportazione ed al rilascio delle autorizzazioni di esportazione rientrano nella sfera di competenza dell’Ufficio Centrale Stupefacenti del Ministero della Salute.

Allegati:  Agenzia Dogane – Crcolari – 13D – 11042011