Newsletter N. 28 del 1 Novembre 2010

novembre 3, 2010 scritto da ·

Progetto CARGO, convalida automatica del MMA ver. 4.2 e nuovo tracciato dell’Interchange Irisp del MMA ver. 4.2: con Comunicazione del 27/10/2010, l’Agenzia delle Dogane informa che nell’ambito delle attività in corso per l’adeguamento agli adempimenti previsti nell’ambito dei progetti I.C.S. (Import Control System) dai Reg. (CE) 1875/2006 e 312/2009, che diverranno obbligatori per gli operatori economici dal 1° gennaio 2011, dalle ore 14, del 28 ottobre p.v. sarà disponibile in ambiente di prova la funzionalità per la convalida automatica del Manifesto delle Merci in Arrivo tramite l’invio del record di chiusura del manifesto (tipo Z). Sarà inoltre disponibile anche il nuovo tracciato (versione 4.2) dell’Interchange Irisp del Manifesto delle Merci in Arrivo…
Leggi tutto l’ articolo

Formalità di dichiarazione delle navi in arrivo o in partenza da porti degli Stati membri, abrogata la direttiva 2002/6/CE: la Direttiva 2010/65/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 20 ottobre 2010 sostituisce la Direttiva 2002/6/CE, sulle formalità di dichiarazione delle navi in arrivo e/o in partenza da porti degli Stati membri della Comunità, la quale come noto impone agli Stati membri di avvalersi di appositi formulari standard («formulari FAL») allo scopo di facilitare il traffico, definiti dalla convenzione sulla facilitazione del traffico marittimo internazionale dell’Organizzazione marittima internazionale (in proseguo IMO) e successive modifiche («convenzione FAL»), adottata il 9 aprile 1965…
Leggi tutto l’ articolo Leggi tutta la Newsletter

Modifica alle norme per il rimborso IVA di cui alla direttiva 2006/112/CE, ai soggetti passivi non stabiliti nello Stato membro di rimborso, ma in un altro Stato membro

novembre 3, 2010 scritto da ·

La Direttiva 2008/9/CE del Consiglio, del 12 febbraio 2008 stabilisce norme dettagliate per il rimborso dell’imposta sul valore aggiunto (IVA), previsto dalla Direttiva 2006/112/CE, ai soggetti passivi non stabiliti nello Stato membro di rimborso, ma in un altro Stato membro, e si applica alle richieste di rimborso presentate anteriormente al 31 dicembre 2009.

Al fine di applicare la direttiva 2008/9/CE, gli Stati membri hanno l’obbligo di predisporre portali elettronici mediante il quale i soggetti passivi stabiliti in uno Stato membro inoltrano le richieste di rimborso dell’IVA addebitata loro in uno Stato nel quale non sono stabiliti. Tali portali elettronici dovrebbero essere stati messi in funzione a decorrere dal 1 o gennaio 2010.

In un numero limitato di Stati membri è stato riscontrato che la messa a punto e il funzionamento dei portali elettronici sono stati inficiati da una serie di gravi ritardi e da svariati problemi tecnici, impedendo così la presentazione nei tempi previsti di alcune richieste di rimborso. A norma della Direttiva 2008/9/CE, le richieste di rimborso devono essere presentate allo Stato membro di stabilimento al più tardi il 30 settembre dell’anno civile successivo al periodo di riferimento. In considerazione di detto termine e del mancato funzionamento di alcuni portali elettronici, taluni soggetti passivi rischiano di non poter esercitare il loro diritto a detrarre l’IVA sulle spese sostenute nel 2009. In via eccezionale è opportuno pertanto prorogare al 31 marzo 2011 il termine per le richieste di rimborso relative ai periodi di riferimento del 2009.

La nuova Direttiva (n. 2010/66/UE) modifica pertanto la Direttiva 2008/9/CE e si applica a decorrere dal 1° ottobre 2010.

Allegati: Consiglio d’ Europa – 2010 – Direttive – 66 – 14102010