Newsletter N. 34 del 12 dicembre 2011

dicembre 12, 2011 scritto da ·

Modifica del regime comunitario di controllo delle esportazioni

La disciplina sui prodotti “dual use” era stata recentemente rifusa dal Consiglio nel Regolamento (CE) N. 428/2009 del 5 maggio 2009, che aveva abrogato il Regolamento (CE) n. 1334/2000 (le cui disposizioni però, continuano ad applicarsi per le richieste di autorizzazione di esportazione presentate prima della data della sua abrogazione). Il Regolamento (CE) N. 428/2009 diviene oggetto ora di nuove modifiche ad opera del Reg. (UE) N. 1232/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio del 16 novembre 2011…

Leggi tutto l’articolo

Nuovi orientamenti sui crediti all’esportazione che beneficiano di sostegno pubblico

Le agenzie di credito all’esportazione («ACE») contribuiscono allo sviluppo del commercio mondiale sostenendo le esportazioni e gli investimenti delle società in modo complementare alle prestazioni del settore finanziario e assicurativo privato. L’Unione europea è parte dell’accordo OCSE sui crediti all’esportazione che beneficiano di sostegno pubblico, il quale disciplina le condizioni e i termini finanziari che le ACE possono offrire, al fine di promuovere condizioni uniformi per i crediti all’esportazione che beneficiano di sostegno pubblico…

Leggi tutto l’articolo Leggi tutto

D.lgs 27 ottobre 2011, n. 200 e disciplina sanzionatoria sull’import/export di sostanze chimiche pericolose

dicembre 12, 2011 scritto da ·

Il decreto legislativo in questione, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 283 del 5.12.2011, detta alcune disposizioni  per  l’attuazione  del Regolamento (CE) n. 689/2008 per quanto concerne  in  particolare  la disciplina sanzionatoria inerente le  violazioni  delle  disposizioni del regolamento stesso sull’esportazione ed importazione di sostanze chimiche pericolose.

Ai fini del decreto in oggetto per “sostanza chimica” si intendono le sostanze di cui al  regolamento  (CE) n. 1272/2008, sia allo stato puro che contenute in una miscela,  o una miscela, fabbricata o ricavata dalla natura, ad esclusione  degli organismi viventi, che rientra in una delle seguenti categorie:

1)   pesticidi,   compresi   formulati   pesticidi    altamente pericolosi;

2) sostanze chimiche industriali;

Le misure sanzionatorie prevedono pene amministrativo-pecuniaria da 5.000  euro  a  90.000   euro, salvo  che  il  fatto  costituisca  reato, applicabili nelle ipotesi specifiche indicate dagli artt. 3-8 del decreto. Ai fini  dell’accertamento e dell’irrogazione delle sanzioni, si applicano le disposizioni  della legge 24 novembre 1981, n. 689, e successive modificazioni.

L’attivita’ di vigilanza è esercitata dall’Autorità nazionale designata (in Italia il Ministero della Salute) e, nell’ambito delle rispettive competenze,  dalla  Agenzia delle dogane e dalla Guardia di finanza.

Allegati: Presidente Repubblica – DLgs – 200 – 27102011