Newsletter N. 1 del 7 gennaio 2013

gennaio 8, 2013 scritto da ·

Sospese le preferenze tariffarie per alcuni paesi beneficiari del Sistema di Preferenze Generalizzate

Ai sensi del regolamento (UE) n. 978/2012, la Commissione europea dispone la sospensione delle preferenze tariffarie del regime generale del sistema di preferenze generalizzate (SPG) per quanto concerne i prodotti di una sezione SPG originari in un paese beneficiario dell’SPG qualora, per tre anni consecutivi, il valore medio delle importazioni di tali prodotti nell’Unione provenienti da tale paese beneficiario dell’SPG superi le soglie fissate nell’allegato VI di detto regolamento.

Prima dell’applicazione delle preferenze tariffarie previste dal regime generale, la Commissione stabilisce un elenco delle sezioni SPG per le quali le preferenze tariffarie sono sospese nei confronti dei paesi beneficiari dell’SPG. Questo elenco è stabilito sulla base dei dati disponibili il 1° settembre 2012 e dei dati relativi ai due anni precedenti.

Leggi tutto l’articolo 

Miscelazione di oli da gas e combustibili contenenti biodiesel: nuova procedura dalla Commissione

Con la Circolare n.22/D del 28 dicembre 2012, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli illustra le novità del Regolamento (UE) n.1101 del 26.11.2012 della Commissione (pubblicato in Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea Serie L n.327/18 del 27.11.2012), il quale ha modificato l’allegato 72 del Reg. to CEE 2454/93 introducendo due nuovi punti (14a e 14b), riguardanti le operazioni di manipolazioni usuali.  La modifica in questione si è resa necessaria a seguito della variazione tariffaria entrata in vigore il 1° gennaio 2012 (Reg. n.1006/2011, che ha modificato l’allegato I del Reg.to CEE del Consiglio n.2658/87), con la quale è stato introdotto, per fini statistici, un codice di nomenclatura diverso per gli oli da gas e oli combustibili contenenti biodiesel (CNC da 2710 2011 a 2710 2019 e CNC da 2710 2031 a 2710 2039) e gli oli da gas e oli combustibili non contenenti biodiesel (CNC da 2710 1943 a 2710 1948 e da CNC 2710 1962 a 2710 1968)…

Leggi tutto l’articolo  Leggi tutto

Miscelazione di oli da gas e combustibili contenenti biodiesel: nuova procedura dalla Commissione

gennaio 8, 2013 scritto da ·

Con la Circolare n.22/D del 28 dicembre 2012, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli illustra le novità del Regolamento (UE) n.1101 del 26.11.2012 della Commissione (pubblicato in Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea Serie L n.327/18 del 27.11.2012), il quale ha modificato l’allegato 72 del Reg. to CEE 2454/93 introducendo due nuovi punti (14a e 14b), riguardanti le operazioni di manipolazioni usuali.

La modifica in questione si è resa necessaria a seguito della variazione tariffaria entrata in vigore il 1° gennaio 2012 (Reg. n.1006/2011, che ha modificato l’allegato I del Reg.to CEE del Consiglio n.2658/87), con la quale è stato introdotto, per fini statistici, un codice di nomenclatura diverso per gli oli da gas e oli combustibili contenenti biodiesel (CNC da 2710 2011 a 2710 2019 e CNC da 2710 2031 a 2710 2039) e gli oli da gas e oli combustibili non contenenti biodiesel (CNC da 2710 1943 a 2710 1948 e da CNC 2710 1962 a 2710 1968).

Tale variazione tariffaria ha comportato difficoltà soprattutto nell’ipotesi di stoccaggio dei prodotti in questione nello stesso serbatoio all’interno del deposito doganale, in quanto si ottengono delle miscelazioni (involontarie o volontarie) che determinano una classificazione diversa del prodotto ottenuto. Infatti le miscelazioni in oggetto non sono autorizzabili come “manipolazioni usuali”, in base al punto 14 dell’allegato 72 del Reg. CEE 2454/93, in quanto le operazioni in parola sono possibili solo se non comportano un cambiamento del codice di nomenclatura combinata del prodotto ottenuto (a parte le ipotesi in cui ciò è esplicitamente previsto dall’allegato 72 sopra citato).

Al fine di superare tale problematica pertanto, i Servizi della Commissione hanno introdotto i citati punti 14 a) e 14 b) nell’allegato 72 i quali contengono, per tali prodotti, una deroga alla regola sopra indicata.

In particolare, al punto 14 a) è stata prevista la possibilità di Miscelazione di oli contenenti biodiesel con gli oli da gas o gli oli combustibili non contenenti biodiesel (classificati nel capitolo 27 della NC), al fine di ottenere una qualità costante o una qualità richiesta dal cliente, senza cambiare la natura delle merci, anche se ciò comporta una modifica del codice di nomenclatura combinata a otto cifre.

Al punto 14 b) è stata invece prevista la possibilità di miscelare prodotti appartenenti a capitoli diversi anche se in quantità limitate. In particolare, è possibile miscelare gli oli da gas o gli oli combustibili (capitolo 27 della NC) con biodiesel (capitolo 38 della NC), a condizione che la miscela stessa contenga meno dello 0,5% di biodiesel in volume (percentuale prevista dal Reg. UE n. 1113/2012). Allo stesso modo sarà possibile miscelare biodiesel con oli da gas o oli combustibili, purché la miscela ottenuta contenga meno dello 0,5 % di oli da gas o di oli combustibili in volume.

La modifica in parola entra in vigore con effetto retroattivo alla data del 1° gennaio 2012 al fine di estinguere le obbligazioni doganali eventualmente sorte nello stoccaggio dei suddetti prodotti nei depositi doganali a seguito della modifica tariffaria di cui sopra.

Allegati: Agenzia Dogane – Crcolari – 22D – 28122012