Newsletter N. 2 del 20.1.2014

gennaio 20, 2014 scritto da ·

Documentazione presentata a corredo della dichiarazione doganale: chiarimenti dell’Agenzia delle Dogane

Con la nota Prot. 1328-RU del 9 gennaio 2014, l’Agenzia delle Dogane chiarisce alcuni dubbi circa la documentazione da presentare a corredo della dichiarazione doganale richiamata nella casella 44 del DAU. In taluni casi infatti, l’immissione in libera pratica di taluni beni o l’accesso ad un trattamento tariffario particolare sono subordinati alla presentazione all’autorità doganale di un certificato, di un documento o di un’autorizzazione specifica. Qualora non ricorra tale circostanza (per cui nessun certificato…

Leggi tutto l’articolo

Progetto CARGO: rilascio di nuove funzionalità

Facendo seguito ad un precedente comunicato dello scorso 21 novembre 2013, l’Agenzia delle Dogane informa che il nuovo tracciato di risposta IRISP1/2 include anche le informazioni di sicurezza in modalità “append” relativamente alle merci soggette a ENS e che  risultano essere di primo ingresso nel territorio dell’Unione, non dichiarate in sbarco nel manifesto  e con criterio di rischio elevato. Il rilascio in ambiente di esercizio delle nuove funzionalità è previsto entro la fine di gennaio 2014. Per i dettagli riguardanti la struttura della risposta ed i vari componenti della stessa, si rimanda al comunicato in commento…

Leggi tutto l’articolo  Leggi tutto

Reazione rapida per combattere le frodi in materia di IVA: la Commissione adotta un modulo standard

gennaio 20, 2014 scritto da ·

La direttiva 2006/112/CE, modificata dalla direttiva 2013/42/UE del Consiglio, introduce un meccanismo di reazione rapida per combattere le frodi in materia di imposta sul valore aggiunto (IVA). Tale meccanismo consente agli Stati membri di notificare l’adozione di una misura speciale che deroga alla norma generale prevista dalla direttiva 2006/112/CE, relativa al soggetto debitore dell’IVA. La suddetta misura consiste nell’applicazione del meccanismo d’inversione contabile dell’IVA (“reverse charge”) per combattere le forme di frode improvvisa e massiccia, che potrebbero condurre a perdite finanziarie gravi e irreparabili.

Al fine di agevolare il trattamento della notifica delle misure speciali del meccanismo di reazione rapida, è stato adottato un modulo standard di notifica – allegato al regolamento in oggetto – che descrive e struttura le informazioni richieste dallo Stato membro notificante.

Tali moduli vanno presentati alla Commissione per via elettronica.

Allegati: Commissione Europea – 2014- Regolamenti – 17 – 10012014

Newsletter N. 35 del 30.12.2013

dicembre 30, 2013 scritto da ·

Agenzia Dogane: applicazione norme contro la fabbricazione e il traffico illeciti di armi da fuoco

Con la nota prot. 143005 RU del 19 dicembre 2013, l’Agenzia delle Dogane informa che dal 30 settembre u.s. è applicabile il Regolamento UE n. 258 del 14 marzo 2012, concernente la materia indicata in oggetto. Al riguardo, nel comunicare che sono state già fornite le opportune istruzioni agli Uffici delle dogane, la Direzione centrale riassume nella nota in oggetto gli adempimenti richiesti agli operatori del settore…

Leggi tutto l’articolo

Cumulo interregionale fra l’Indonesia e lo Sri Lanka per le norme d’origine, nuovo regolamento dalla Commissione

L’articolo 86, paragrafo 5, del regolamento (CEE) n. 2454/93 prevede la possibilità di autorizzare i paesi beneficiari del sistema unionale delle preferenze generalizzate (SPG) appartenenti ai gruppi regionali I e III a impiegare l’uno i materiali dell’altro nel quadro di una tipologia specifica di cumulo, comunemente denominata «cumulo interregionale»; fissa inoltre le condizioni cui è subordinata l’autorizzazione…

Leggi tutto l’articolo Leggi tutto

IVA pagata a seguito di accertamento, rivalsa e detrazione: lìAgenzia delle Entrate risponde

dicembre 30, 2013 scritto da ·

Con la Circolare N. 35/E del 17 dicembre 2013 l’Agenzia delle Entrate chiarisce la portata dell’articolo 93 del decreto legge 24 gennaio 2012, n. 1, (cd. “decreto liberalizzazioni”), che ha modificato il settimo comma dell’articolo 60 del DPR 26 ottobre 1972, n. 633 che nella formulazione in vigore dal 24 gennaio 2012 dispone: “Il contribuente ha diritto di rivalersi dell’imposta o della maggiore imposta relativa ad avvisi di accertamento o rettifica nei confronti dei cessionari dei beni o dei committenti dei servizi soltanto a seguito del pagamento dell’imposta o della maggiore imposta, delle sanzioni e degli interessi. In tal caso, il cessionario o il committente può esercitare il diritto alla detrazione, al più tardi, con la dichiarazione relativa al secondo anno successivo a quello in cui ha corrisposto l’imposta o la maggiore imposta addebitata in via di rivalsa ed alle condizioni esistenti al momento di effettuazione della originaria operazione“.

L’Agenzia delle Entrate in particolare, estende la facoltà di detrarre l’IVA pagata a seguito di accertamento anche all’ipotesi in cui il debitore dell’imposta è l’importatore, sebbene nelle importazioni l’imposta non venga addebitata all’importatore in via di rivalsa, ma da questi versata direttamente in dogana.

A seguito della suddetta modifica del 7° comma dell’art. 60, l’Agenzia delle Entrate riconosce che il termine per esercitare la detrazione decorre dal pagamento della maggiore imposta accertata dall’Agenzia delle Dogane in capo all’importatore.

Allegati:Agenzia Entrate – 2013 – Circolaree – 35E – 17122013

Newsletter N. 32 del 2.12.2013

dicembre 2, 2013 scritto da ·

Potenziamento dei servizi regolari di trasporto marittimo: nuovo regolamento della Commissione

Con Circolare N. 20/D del 28 novembre 2013, l’Agenzia delle Dogane comunica che nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea, serie L, n. 294/40 del 6.11.2013 è stato pubblicato il regolamento di esecuzione n. 1099/2013 della Commissione del 5 novembre 2013, concernente il potenziamento dei servizi regolari di trasporto marittimo. Tale regolamento, entrato in vigore il 26 novembre 2013, è parte integrante del progetto della Commissione Europea denominato “cintura blu/ blue belt” che si prefigge l’obiettivo di garantire che le merci dell’UE trasportate via mare possano circolare liberamente nel mercato interno dell’Unione Europea, senza essere soggette agli oneri amministrativi e alle formalità doganali normalmente previsti per le merci di provenienza extra-comunitaria…

Leggi tutto l’articolo

Digitalizzazione Accise: proroga del periodo di sperimentazione

Nel fare seguito alla precedente nota n. 43197 del 06/08/2013 con cui è stata comunicata l’estensione in ambiente di addestramento delle modifiche introdotte nella procedura per l’invio telematico dei dati delle contabilità e la susseguente estensione in ambiente di esercizio prevista per il 3 dicembre 2013, l’Agenzia delle Dogane informa con la nota Prot. 138708/RU del 27 novembre 2013 che in relazione alle segnalazioni pervenute da alcune Associazioni di categoria che hanno manifestato difficoltà operative…

Leggi tutto l’articolo Leggi tutto

Pagina successiva »