Newsletter N. 6 del 7 marzo 2011

marzo 6, 2011 scritto da ·

Export di sostanze chimiche pericolose, dalla Commissione le note tecniche di orientamento

Il Reg. (CE) n. 689/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 giugno 2008, attuativo della Convenzione di Rotterdam del 10 settembre 1998, prevede una procedura di previo assenso informato (cd. procedura PIC) per l’esportazione dal territorio comunitario di talune sostanze chimiche e pesticidi pericolosi, al fine di proteggere la salute umana e l’ambiente dai danni potenziali connessi all’utilizzazione di tali prodotti e favorire un impiego responsabile degli stessi che sia compatibile con l’ambiente…
Leggi tutto l’ articolo

ITV e merci “di un solo tipo” i chiarimenti della CGUE

Con sentenza della Terza Sezione del 2 dicembre 2010 pronunciata su domanda di pronuncia pregiudiziale dall’Augstākās tiesas Senāts (Repubblica di Lettonia), la Corte di Giustizia UE, nell’ambito della Causa C-199/09, precisa la portata dell’art. 6, n. 2, del Reg. (CEE) della Commissione 2 luglio 1993, n. 2454, stabilenche che che quando gli elementi di differenziazione relativi a merci simili incidono ai fini della classificazione tariffaria di queste ultime…
Leggi tutto l’ articolo Leggi tutto

ITV e merci “di un solo tipo” i chiarimenti della CGUE

marzo 6, 2011 scritto da ·

Con sentenza della Terza Sezione del 2 dicembre 2010 pronunciata su domanda di pronuncia pregiudiziale dall’Augstākās tiesas Senāts (Repubblica di Lettonia), la Corte di Giustizia UE, nell’ambito della Causa C-199/09, precisa la portata dell’art. 6, n. 2, del Reg. (CEE) della Commissione 2 luglio 1993, n. 2454, stabilisce  che quando gli elementi di differenziazione relativi a merci simili incidono ai fini della classificazione tariffaria di queste ultime, dette merci non possono essere considerate come costituenti “un solo tipo” ai sensi dell’art. 6 delle DAC. Di conseguenza, colui che voglia presentare una richiesta ITV con riferimento alle merci in questione, dovrà inoltrare all’amministrazione doganale tante istanze separate per quante sono le stesse. Viceversa, se le merci presentano caratteristiche simili, e gli elementi di differenziazione sono privi di qualsivoglia rilevanza ai fini della loro classificazione tariffaria, l’interessato potrà presentare un’unica richiesta ITV, in quanto le stesse possono essere considerate come costituenti “un solo tipo di merci”.

Allegati: Corte – 2010 – Causa C199_09 – Causa – 15.08.2009, Corte – 2010 – Causa C199_09 – Sentenzaa – 29.01.2011

Newsletter N. 30 del 13 Dicembre 2010

dicembre 13, 2010 scritto da ·

Sistema di preferenze tariffarie generalizzate: modifiche al Regolamento (CEE) n. 2454/93 (DAC)

In virtù del Regolamento (CE) n. 732/2008 del Consiglio, del 22 luglio 2008, relativo all’applicazione di un sistema di preferenze tariffarie generalizzate per il periodo dal 1° gennaio 2009 al 31 dicembre 2011, l’Unione europea concede preferenze commerciali ai paesi in via di sviluppo nell’ambito del sistema di preferenze tariffarie generalizzate (cd. «SPG»)…
Leggi tutto l’ articolo

Maldive fuori dall’elenco dei paesi beneficiari del regime speciale a favore dei paesi meno sviluppati previsto dal regolamento SPG

Il Regolamento (CE) n. 732/2008 del Consiglio, del 22 luglio 2008, relativo all’applicazione di un sistema di preferenze tariffarie generalizzate (SPG) per il periodo dal 1° gennaio 2009 al 31 dicembre 2011 (vedasi news precedente) indica la Repubblica delle Maldive come uno dei paesi beneficiari del regime speciale a favore dei paesi meno sviluppati nell’ambito del sistema di preferenze tariffarie generalizzate dell’Unione…
Leggi tutto l’ articolo

Leggi tutta la Newsletter

Informazioni fornite dalle autorità doganali degli Stati membri in materia di classificazione delle merci

dicembre 13, 2010 scritto da ·

A seguito delle recenti modifiche alle note esplicative del sistema armonizzato e alla raccolta dei pareri di classificazione approvate dal Consiglio di cooperazione doganale con il documento CCD NC1553 (relazione della 45a riunione del Comitato S.A), le informazioni tariffarie vincolanti (ITV) fornite dalle autorità doganali degli Stati membri cessano di essere valide qualora incompatibili con l’interpretazione della nomenclatura doganale. Leggi tutto

Comunicazione della Commissione ai sensi dell’articolo 12, par. 5, lettera a), CDC, relativa alle ITV fornite dalle autorità doganali degli Stati membri in materia di classificazione delle merci nella NC

giugno 7, 2010 scritto da ·

Ai sensi della disposizione in oggetto, un’informazione tariffaria vincolante (ITV) cessa di essere valida, fra l’altro, qualora essa divenga incompatibile con l’interpretazione della nomenclatura doganale a seguito dell’avvenuta modifica delle note esplicative del sistema armonizzato (S.A.) e alla raccolta dei pareri di classificazione approvate dal Consiglio di cooperazione doganale. Essendo in occasione della 44a riunione del Comitato del S.A., tenutasi nell’ottobre 2009, state approvate alcune modifiche ai suddetti strumenti (tramite il documento CCD NC1500), la Commissione europea ora informa, con la comunicazione (2010/C 143/07), che le ITV in contrasto con tali modifiche cessano la loro validità.

Per i dettagli si rinvia al comunicato stesso. Le informazioni relative al contenuto di queste disposizioni possono essere richieste presso la DG TAXUD (Fiscalità e unione doganale) della Commissione europea, rue de la Loi/ Wetstraat 200, 1049 a Bruxelles (Belgio), oppure consultando il sito Internet della TAXUD.

Ai sensi della disposizione in oggetto, un’informazione tariffaria vincolante (ITV) cessa di essere valida, fra l’altro, qualora essa divenga incompatibile con l’interpretazione della nomenclatura doganale a seguito dell’avvenuta modifica delle note esplicative del sistema armonizzato (S.A.) e alla raccolta dei pareri di classificazione approvate dal Consiglio di cooperazione doganale. Essendo in occasione della 44a riunione del Comitato del S.A., tenutasi nell’ottobre 2009, state approvate alcune modifiche ai suddetti strumenti (tramite il documento CCD NC1500), la Commissione europea ora informa, con la comunicazione (2010/C 143/07), che le ITV in contrasto con tali modifiche cessano la loro validità.

Per i dettagli si rinvia al comunicato stesso. Le informazioni relative al contenuto di queste disposizioni possono essere richieste presso la DG TAXUD (Fiscalità e unione doganale) della Commissione europea, rue de la Loi/ Wetstraat 200, 1049 a Bruxelles (Belgio), oppure consultando il sito Internet della TAXUD.

Allegati:  Commissione Europea – 2010 – 143_07 – Comunicazione

Pagina successiva »