Newsletter N. 16 del 25 giugno 2012

giugno 25, 2012 scritto da ·

Procedura domiciliata H23 per soggetti AEO

Con la nota prot. 78736/RU del 22 giugno 2012, l’Agenzia delle Dogane, nel richiamare la circolare 22/D del 26 novembre 2009, informa che il servizio di sdoganamento telematico per le operazioni in procedura domiciliata è disponibile H23 presso gli uffici che assicurano un’operatività estesa alle 24 ore. Presso i rimanenti uffici, il servizio è disponibile dall’orario di apertura sino all’ora in cui termina l’operatività dell’ufficio controlli, anticipata di un numero di minuti pari a quelli del tempo di intervento – registrato sugli archivi di AIDA – relativo al luogo autorizzato indicato nella dichiarazione…

Leggi tutto l’articolo

Adeguamento dell’assetto organizzativo degli uffici e delle direzioni centrali

Con la Determinazione direttoriale n° 15792 del 19 giugno 2012, l’Agenzia delle Dogane illustra la nuova struttura organizzativa degli uffici dirigenziali della sede centrale, definita in base al decreto legislativo 30 marzo 2001 n. 165, che prevede che le pubbliche amministrazioni procedano periodicamente alla ridefinizione degli uffici e delle dotazioni organiche con l’obiettivo di accrescere l’efficienza dell’organizzazione, realizzare la migliore utilizzazione delle risorse umane e razionalizzare il costo del lavoro pubblico, contenendo la spesa complessiva per il personale, diretta e indiretta…

Leggi tutto l’articolo  Leggi tutto

Semplificazione adempimenti doganali, rilascio automatizzato dei Certificati P2

giugno 25, 2012 scritto da ·

Con la nota prot. 61395/RU del 18 giugno 2012, l’Agenzia delle Dogane riprende la circolare 8/D dello scorso 9 maggio 2012, con cui erano state diramare le istruzioni per gli operatori economici interessati al rilascio del Certificato P2 (Certificate for the export of the pasta to the USA), necessario per lo sdoganamento di pasta alimentare verso gli Stati Uniti d’America (cfr. Reg. CE n. 88/2007 del 12 dicembre 2006), per fornire alcune precisazioni circa le nuove modalità operative di rilascio di detti certificati che scatteranno dal prossimo 2 luglio. A tal fine, sul sito web dell’Agenzia è stato reso disponibile un videoclip multimediale che illustra il nuovo processo e le semplificazioni per gli operatori nella richiesta del certificato in oggetto.
Ulteriori dettagli operativi, completi della normativa di riferimento e delle FAQ sono pubblicati sul sito www.agenziadogane.gov.it, nella sezione “Servizi”, seguendo il percorso “Certificati P2”.
In caso di malfunzionamenti tecnici occorre fare riferimento a quanto già specificato al riguardo con le note prot. nr.75522 R.U del 19 giugno 2009 (lettera G “Procedure di soccorso”) e prot. nr. 88970 R.U. del 30 giugno 20092 (al paragrafo 1.2 “ECS Fase 2. Procedura di “fall-back” o procedura di soccorso”) aventi come oggetto “Nuove regole sulla presentazione della dichiarazione di esportazione ed avvio della seconda fase dell’ ECS (Export Control System)”.
In particolare, per quanto concerne le esportazioni interessate al rilascio dei certificati P2, all’atto della presentazione della dichiarazione:
– se il sistema informatico dell’Agenzia non è funzionante, la dichiarazione dovrà essere presentata osservando la procedura cartacea alternativa, allegando a quest’ultima i modelli cartacei del certificato P2 debitamente compilati. L’ufficio, dopo aver controllato la corretta compilazione delle caselle n. 1,2,4,5,6,7 e 8 del modello, con l’esatta indicazione delle voci della nomenclatura combinata della Tariffa Doganale ed aver barrato nella casella 10 l’annotazione se le merci beneficiano o meno di restituzioni all’esportazione (attualmente tale restituzione non è prevista), contrassegna il certificato con un numero d’ordine annuale progressivo composto come segue: numero progressivo composto da 4 cifre/anno/codice identificativo dell’ufficio.
– nel caso in cui non sia funzionante l’applicazione informatica dell’operatore economico, va presentata la dichiarazione cartacea o la dichiarazione cartacea accompagnata dai dati di quest’ultima registrati preventivamente su supporto informatico, secondo il tracciato del messaggio ET (cfr. Appendice del manuale utente del servizio telematico: “Tracciati record Dichiarazioni Doganali tracciati unificati”) e preceduti dai campi previsti per la presentazione su floppy disk (cfr. Assistenza online per i servizi dell’Agenzia delle Dogane). In questo caso il certificato P2 verrà rilasciato utilizzando la nuova numerazione secondo la struttura “ITANNONUMERO”.
Per quanto riguarda le richieste di assistenza da parte degli operatori economici e degli uffici, le relative modalità, le quali includono eventuali segnalazioni di anomalie e malfunzionamenti, sono pubblicate nella sezione “Assistenza on-line” – “Come fare per …. Richiedere assistenza” del sito internet dell’Agenzia delle Dogane.

Allegati:Agenzia Dogane – Nota – 61395RU – 18062012

Nuovo tracciato dell’Interchange Irisp del MMP ver. 4.1 e nuovo messaggio “Lista MRN imbarcabili” per i gestori di terminal container o recinti di temporanea custodia

settembre 12, 2010 scritto da ·

Con comunicato del 7 settembre 2010, l’Agenzia delle Dogane informa che nell’ambito delle attività volte all’adeguamento agli adempimenti previsti dai Reg. (CE) 1875/2006 e 312/2009, nell’ambito dei progetti I.C.S. (Import Control System) ed E.C.S. (Export Control System), dal 6 Settembre è disponibile in ambiente di prova il nuovo tracciato (versione 4.1) del file “Interchange Irisp” del Manifesto delle Merci in Partenza. Tra le principali novità si segnala in particolare che:

1. L’Irisp contiene un’indicazione sullo stato di convalida del MMP (non convalidato, parzialmente convalidato o completamente convalidato);

2. Il campo “Livello Esito IRISP1/2” specifica se si tratta del primo file di esito (IRISP1) o se l’Irisp è stato aggiornato in seguito all’attività di verifica dell’ufficio doganale (IRISP2). L’IRISP2 è un aggiornamento completo dell’IRISP1 restituito inizialmente.

3. Gli MRN iscritti a manifesto autorizzati all’imbarco non saranno indicati esplicitamente nel file di esito. Qualora uno o più MRN iscritti a manifesto siano soggetti ad un controllo sicurezza o abbiano un rischio non ancora definito (perché trattasi di MRN comunitari non presenti in AIDA), la parte fissa dell’Irisp sarà seguita da 1 a N record contenenti l’indicazione degli MRN in questione e del corrispondente stato:

a. Merce da controllare;

b. In attesa di esito.

Spetta al responsabile del MMP il compito di monitorare gli aggiornamenti telematici dell’Irisp per recepire i cambiamenti degli stati degli MRN in conseguenza all’attività di verifica dell’ufficio doganale:

a. Autorizzato all‟imbarco

b. Non autorizzato all‟imbarco

4. Il flusso contenente il record di chiusura H costituisce richiesta di convalida del MMP. Tale record dovrà essere inviato separatamente rispetto a record D (export) e/o record E (transhipment).

La convalida del manifesto comporta l’ultimo aggiornamento dei file di esito precedentemente trasmessi per il MMP in questione. Gli MRN ancora in stato “Merce da controllare” o “In attesa di esito” saranno automaticamente annullati dal MMP, ed assumeranno lo stato “Annullato da sistema”.

5. In caso di errore è previsto l’invio del solo IRISP1.

Nel caso di integrazione di un manifesto totalmente convalidato contenente record D (con MRN) e/o record E (transhipment), il sistema modifica lo stato del manifesto da ‘C’ (totalmente convalidato) a ‘P’ (parzialmente convalidato). La convalida delle integrazioni ad un manifesto dovrà essere effettuata in dogana.

È stato inoltre introdotto un nuovo messaggio telematico (“Lista MRN imbarcabili”), fruibile dai gestori terminal container o recinti di temporanea custodia, il quale consente di verificare l’elenco degli MRN iscritti in un MMP che possono essere imbarcati poiché non necessitano di un controllo sicurezza o per i quali lo stesso è stato eseguito. Il nuovo messaggio, a fronte dell’invio del numero di manifesto, restituisce l’elenco degli MRN autorizzati all’imbarco.

Gli operatori economici del settore possono, pertanto, effettuare i test necessari per l’invio telematico dei manifesti 4.1 e del messaggio “Lista MRN imbarcabili”.

La versione attualmente in esercizio è la 3.2 che sarà utilizzabile in ambiente reale fino al 31 dicembre 2010.

Eventuali osservazioni sui tracciati o sulle procedure potranno essere inviate alla casella di posta elettronica dogane.ecustoms@agenziadogane.it specificando nell‟oggetto la dicitura CARGO porti o CARGO aeroporti.

Allegati: Agenzia Dogane – Comunicati – 7092010

Newsletter Settimanale N. 36 del 28 dicembre 2009

dicembre 28, 2009 scritto da ·

Nuova normativa sul regime di scambi per talune merci ottenute dalla trasformazione di prodotti agricoli: con Regolamento (CE) N. 1216/2009 del Consiglio del 30 novembre 2009, è stata riorganizzata in forma codificata la normativa sul regime di scambi per talune merci ottenute dalla trasformazione di prodotti agricoli precedentemente contenuta nel Regolamento (CE) n. 3448/93 del Consiglio, del 6 dicembre 1993. Tale atto normativo infatti, aveva subito nel corso del tempo una serie di modificazioni sostanziali che, per motivi di chiarezza e razionalizzazione, ne hanno reso necessaria la rifusione in un unico Regolamento organico….
Leggi tutto l’ articolo

 Schema di preferenze tariffarie generalizzate dall’1-1-2009 al 31-12-2011, modifiche all’Allegato I: con Regolamento (UE) N. 1236/2009 della Commissione del 10 dicembre 2009, è stato modificato l’Allegato I del Regolamento (CE) n. 732/2008 del Consiglio, relativo all’applicazione di uno schema di preferenze tariffarie generalizzate per il periodo dal 1° gennaio 2009 al 31 dicembre 2011, al fine di includere nella colonna E di tale Allegato una serie di informazioni relative ai paesi beneficiari del regime speciale di incentivazione per lo sviluppo sostenibile e il buon governo…
Leggi tutto l’ articolo – Leggi gli altri articoli della Newsletter