Newsletter N. 30 del 10.11.2014

novembre 9, 2014 scritto da ·

Orientamenti per l’attuazione della legislazione FLEGT da parte delle autorità doganali

La Commissione europea, con la Comunicazione 2014/C 389/02, fornisce una serie di linee direttrici relative alla legislazione sulle importazioni di legname nell’UE (governo e il commercio nel settore forestale, FLEGT). Tale quadro giuridico istituisce un sistema di controlli per taluni legni e prodotti derivati esportati da paesi che hanno concluso con l’UE un accordo volontario di partenariato (AVP). Il legno e i prodotti derivati esportati da tali paesi devono disporre di una licenza FLEGT, rilasciata nel paese partner, che attesti la legalità dei prodotti…

Leggi tutto l’articolo 

Progetto CARGO: revisione dei tracciati dei manifesti

Con comunicazione del 4.11.2014 l’Agenzia delle Dogane informa che il 2 dicembre 2014 avrà inizio la sperimentazione delle nuove funzionalità relative al progetto CARGO per l’attuazione dell’interoperabilità con le Capitanerie di porto, la gestione dei corridoi controllati e l’indicazioni di dati statistici destinati all’Istat. In allegato al comunicato vengono riportati i nuovi tracciati ai quali sono state apportate ulteriori migliorie…

Leggi tutto l’articolo Leggi tutto

Newsletter N. 29 del 2.11.2014

novembre 3, 2014 scritto da ·

Riduzione o sulla soppressione dei dazi doganali sulle merci originarie dell’Ucraina

l’Ucraina è un paese partner prioritario nell’ambito della politica europea di vicinato e del partenariato orientale con il quale l’Unione europea da tempo cerca di instaurare un rapporto sempre più stretto in vista dell’associazione politica e dell’integrazione economica di quest’ultima con l’Unione. A tale scopo, tra il 2007 e il 2011 l’Unione e l’Ucraina hanno negoziato un accordo di associazione comprendente una zona di libero scambio globale e approfondito (DCFTA), siglato da entrambe le parti il 27 giugno 2014. A norma delle disposizioni dell’accordo, l’Unione e l’Ucraina sono tenute a istituire una zona di libero scambio …

Leggi tutto l’articolo

Adeguamento dei tracciati ENS ed EXS alle specifiche comunitarie

Con Comunicato del 24.10.2014l’Agenzia delle Dogane informa che il 28 ottobre 2014 avrà inizio la sperimentazione delle nuove funzionalità previste nell’ambito dell’adeguamento dei tracciati ENS ed EXS alle specifiche comunitarie (Kel 0.27). In particolare, è stata modificata la condizione C501 della ENS (e relativa rettifica RENS e diversione DIV)attualmente strutturata come segue: C501 IF the attribute ‘TIN’ is present in the data group THEN this attribute = ‘O’ ELSE this attribute = ‘R’ Che cambierà nel seguente modo…

Leggi tutto l’articolo Leggi tutto

Pagamento dei diritti doganali tramite bonifico bancario/postale

novembre 3, 2014 scritto da ·

Con la nota Prot. 114419/RU del 14 ottobre 2014, l’Agenzia delle Dogane informa che nell’ambito delle attività previste dal Piano Tecnico 2014 sono state realizzate nuove funzionalità per la gestione dei pagamenti tramite bonifico dei diritti doganali da parte dei titolari dei conti debiti.

Le nuove funzionalità sono disponibili dal 14 ottobre 2014 sulla Home page dell’Agenzia alla linea di lavoro Servizi on line Servizio Telematico Doganale – E.D.I. Ambiente reale Situazione Contabile Gestione prenotazione Acquisizione Prenotazione.

 

In particolare, le modalità di prenotazione preesistenti sono state semplificate aggiungendo le funzioni di seguito elencate:

o Prenotazione per più sezioni: per selezionare una o più sezioni doganali;

o Prenotazione per intervalli di A93: per selezionare uno o più intervalli di A93.

 

Inoltre, è stata realizzata una funzione che permette il monitoraggio delle prenotazioni, disponibile sulla Home page dell’Agenzia alla linea di lavoro Servizi on line Servizio Telematico Doganale – E.D.I. Ambiente reale Situazione Contabile Consultazione:

o Consultazione Prenotazione: permette di visualizzare le prenotazioni di pagamento per il periodo indicato.

 

E’ stata realizzata infine una nuova funzione per acquisire i contatti telefonici e gli indirizzi e-mail degli operatori per l’invio delle notifiche automatiche dell’avvenuto quietanzamento del bonifico. Gli operatori che intendono usufruire di questo servizio sono invitati a fornire le predette informazioni all’Ufficio delle dogane presso cui è radicato il proprio conto di debito.  Le istruzioni operative per l’utilizzo del sistema da parte dei titolari di conto di debito sono pubblicate nella sezione “Assistenza on line” del portale dell’Agenzia mentre le “Linee guida per il pagamento dei diritti doganali tramite bonifico” sono pubblicate in bozza nella apposita pagina “Pagamento con bonifico”, disponibile sul portale dell’Agenzia – Area Dogane, seguendo il percorso Home → Focus Innovazioni → Pagamento tramite bonifico.

Per richiedere assistenza e segnalare malfunzionamenti attenersi alle istruzioni pubblicate sul sito dell’Agenzia nella sezione ”Assistenza on-line” →”COME RICHIEDERE ASSISTENZA. L’Agenzia raccomanda, al fine di migliorare la sezione “Assistenza on-line”, di far pervenire eventuali suggerimenti compilando l’apposita sezione “Esprimi la tua opinione sull’informazione”.

Allegati:Agenzia Dogane – Note – 114419 – 14102014

Pagamento dei diritti doganali tramite bonifico bancario/postale

ottobre 27, 2014 scritto da ·

Con la nota Prot. 114419/RU del 14 ottobre 2014, l’Agenzia delle Dogane informa che nell’ambito delle attività previste dal Piano Tecnico 2014 sono state realizzate nuove funzionalità per la gestione dei pagamenti tramite bonifico dei diritti doganali da parte dei titolari dei conti debiti.

Le nuove funzionalità sono disponibili dal 14 ottobre 2014 sulla Home page dell’Agenzia alla linea di lavoro Servizi on line Servizio Telematico Doganale – E.D.I. Ambiente reale Situazione Contabile Gestione prenotazione Acquisizione Prenotazione.   Leggi tutto

Beni sequestrati e confiscati – abbandonati

settembre 22, 2014 scritto da ·

Con Comunicato del 18 settembre 2014, l’Agenzia delle Dogane comunica che con la Circolare N. 13/D del 17 settembre 2014 – conformemente alle linee guida indicate, in materia, dalla Commissione europea e dalla Corte di Giustizia UE – sono state dettate le istruzioni necessarie per stabilire l’insorgenza dell’obbligazione doganale nel caso di importazione irregolare di beni nel territorio dell’Unione europea, nonché – per determinare l’importo esatto dei diritti doganali dovuti a seguito di vendita all’asta – di beni abbandonati o di beni sequestrati e confiscati.

1) Irregolare introduzione dei beni nel territorio UE: nascita dell’obbligazione doganale

Riguardo al primo punto, la circolare dispone in particolare che, per le merci sequestrate in Italia, a prescindere dal luogo in cui avviene l’irregolare introduzione, – atteso quanto previsto dall’art. 867-bis del Reg. CEE n. 2454/93 (che assoggetta al regime del “deposito doganale” ex art. 98 del Reg. CEE n. 2913/92 le merci non comunitarie abbandonate a favore dell’erario, sequestrate e confiscate) – l’obbligo di riscuotere i relativi diritti doganali grava sull’Ufficio doganale nel cui ambito territoriale di competenza ricade il “deposito”.

2) calcolo dei diritti doganali a seguito di vendita al pubblico incanto dei beni

Quanto al secondo aspetto, il provvedimento prescrive che per il computo dei dazi esigibili a seguito di vendita all’asta dei beni abbandonati, oppure sequestrati e confiscati, occorre prendere a riferimento, come base “imponibile” – secondo i criteri previsti dagli artt. 29 e segg. del Reg. CEE n. 2913/92 e dagli artt. 141 e segg. del Reg. CEE n. 2454/93 – il prezzo pagato dall’acquirente dopo l’aggiudicazione definitiva del bene. Essendo l’IVA all’importazione equiparata – in quanto “diritto di confine” – ai dazi doganali, lo stesso criterio di calcolo vale anche ai fini dell’esazione del predetto tributo.

Allegati: Agenzia Dogane – Comunicazioni – 18092014

Pagina successiva »