Newsletter N. 28 del 27.10.2014

ottobre 27, 2014 scritto da ·

Esenzione delle importazioni di beni destinati ad essere immessi in un regime di deposito diverso da quello doganale 

l’Agenzia delle Dogane, con la circolare16/D del 20 Ottobre 2014 illustra i contenuti della recentesentenza della Corte di Giustizia UE in materia di depositi IVA del 17 luglio 2014, resa nella causa C-272/14 (vedasi Newsletter CNSD N. 27/2014), analizzandone i riflessi applicativi e le conseguenze sui giudizi pendenti. Con la nota prot. n. 92513/RU del 14 agosto 2014, la Direzione Centrale aveva fornito una prima informativa in merito alla sentenza suddetta, riservandosi di impartire successive istruzioni…

Leggi tutto l’articolo

Istruzioni operative per il nulla osta definitivo all’inserimento nell’elenco dei taratori di sistemi di misura elettrici

Con la nota Prot. 112519/R.U. del 9 ottobre 2014, l’Agenzia delle Dogane fornisce, ad integrazione della circolare 7/D del 6 maggio 2013, le istruzioni operative relative all’inserimento dei soggetti interessati ad effettuare l’attività di taratura dei sistemi di misura elettrici utilizzati per i fini fiscali nel relativo elenco dei taratori. La circolare 7/D, prot.24643 del 6 maggio 2013  prevedeva in particolare il rilascio di un nulla osta preventivo da parte dell’Ufficio delle dogane territorialmente competente sulla sede della Società richiedente, in particolare per quanto concerne quei profili oggettivi e soggettivi valutabili anteriormente all’accreditamento stesso (quali ad esempio: il possesso di solida posizione economica …

Leggi tutto l’articolo  Leggi tutto

Esenzione delle importazioni di beni destinati ad essere immessi in un regime di deposito diverso da quello doganale

ottobre 27, 2014 scritto da ·

Sentenza della Corte di Giustizia del 17 luglio 2014 – Causa C-272/13 – IVA – Esenzione delle importazioni di beni destinati ad essere immessi in un regime di deposito diverso da quello doganale – Conseguenze applicative: l’Agenzia delle Dogane, con la circolare16/D del 20 Ottobre 2014 illustra i contenuti della recentesentenza della Corte di Giustizia UE in materia di depositi IVA del 17 luglio 2014, resa nella causa C-272/14 (vedasi Newsletter CNSD N. 27/2014), analizzandone i riflessi applicativi e le conseguenze sui giudizi pendenti. Con la nota prot. n. 92513/RU del 14 agosto 2014, la Direzione Centrale aveva fornito una prima informativa in merito alla sentenza suddetta, riservandosi di impartire successive istruzioni.

A seguito dell’incontro periodico tenutosi nell’ambito del Protocollo d’intesa tra l’Avvocatura Generale dello Stato e l’Agenzia delle Dogane, nel corso del quale è stata esaminata la questione dei riflessi applicativi della citata sentenza C-272 in ragione della rilevanza dei principi ivi affermati dalla Corte di Giustizia UE, a scioglimento della suddetta riserva, vengono forniti i seguenti chiarimenti. Leggi tutto

Newsletter N.11 del 28.04.2014

aprile 28, 2014 scritto da ·

Riduzione o soppressione dei dazi doganali sulle merci originarie dell’Ucraina

Considerato che l’Ucraina è un partner prioritario nell’ambito della politica europea di vicinato e del partenariato orientale e che l’Unione sta cercando di instaurare con l’Ucraina una relazione sempre più stretta che vada oltre la cooperazione bilaterale e comprenda il progresso graduale verso l’associazione politica e l’integrazione economica, tra il 2007 e il 2011 è stato negoziato un accordo di associazione tra l’Unione europea e i suoi Stati membri, da un lato, e l’Ucraina…

Leggi tutto l’articolo

Visita parziale delle merci  ed estensione dei risultati a merci identiche comprese in dichiarazioni in dogana precedenti

Con la sentenza della Terza Sezione del 27 febbraio 2014 resa nella causa C-571/12, la Corte di Giustizia dell’UE chiarisce la portata degli articoli 70 e 79 del Codice Doganale Comunitario (Reg. CEE n. 2913/92 del Consiglio del 12 ottobre 1992). L’art. 70, paragrafo 1, in particolare, deve essere interpretato nel senso che, qualora merci oggetto di un’«unica dichiarazione» siano controllate dall’autorità doganale durante il periodo che precede la concessione dello svincolo…

Leggi tutto l’articolo Leggi tutto

Visita parziale delle merci ed estensione dei risultati a merci identiche comprese in dichiarazioni in dogana precedenti

aprile 28, 2014 scritto da ·

Con la sentenza della Terza Sezione del 27 febbraio 2014 resa nella causa C-571/12, la Corte di Giustizia dell’UE chiarisce la portata degli articoli 70 e 79 del Codice Doganale Comunitario (Reg. CEE n. 2913/92 del Consiglio del 12 ottobre 1992). L’art. 70, paragrafo 1, in particolare, deve essere interpretato nel senso che, qualora merci oggetto di un’«unica dichiarazione» siano controllate dall’autorità doganale durante il periodo che precede la concessione dello svincolo, le dogane non possono estendere i risultati di una visita parziale delle merci comprese in una dichiarazione in dogana a merci indicate in dichiarazioni in dogana precedenti a cui la medesima autorità abbia già concesso lo svincolo.

L’articolo 78 CDC inceve deve essere interpretato nel senso che l’autorità doganale può estendere i risultati della visita parziale delle merci comprese in una dichiarazione in dogana, effettuata a partire da campioni prelevati da queste ultime, a merci comprese in dichiarazioni precedenti effettuate dal medesimo dichiarante in dogana, che non sono state, e non possono più essere, oggetto di tale visita essendo già stato concesso lo svincolo, qualora tali merci siano identiche, circostanza che spetta al giudice del rinvio verificare.

Allegati: Corte – 2014 – Causa C571_12 – Sentenza – 6.12.2012

Newsletter N.9 del 14.04.2014

aprile 14, 2014 scritto da ·

Settore d’imposta del vino. Disciplina della circolazione. Documento di trasporto MVV

Con la circolare n. 3/D del 7 aprile 2014, l’Agenzia delle dogane detta le linee direttrici relative a l documento di scorta del trasporto di vino MVV. Come noto, il regime impositivo del settore del vino è caratterizzato, in ragione della vigenza dell’aliquota di accisa zero, da particolari disposizioni che si pongono in deroga ai vincoli di circolazione nazionale propri della disciplina dell’accisa. Tale peculiare livello di tassazione, infatti, pur senza far venir meno la rilevanza fiscale del prodotto in esame, giustifica la previsione di minori adempimenti relativamente ai documenti di accompagnamento del vino per i trasporti che si esauriscono sul territorio nazionale. In tal senso, la circolare richiama…

Leggi tutto l’articolo

Istruzioni per la compilazione della dichiarazione doganale di importazione con regime 42 o 63

Con Comunicato dell’1/04/2014, l’Agenzia delle Dogane informa che, al fine di agevolare la corretta compilazione della dichiarazione doganale ed assicurare il rispetto dei requisiti previsti dalla normativa per l’applicazione del regime di immissione in libera pratica con destinazione delle merci al consumo in altro Stato membro, sono stati introdotti nuovi controlli automatizzati che saranno operativi dall’8 aprile 2014. Nel rinviare, per quanto riguarda i dettagli, alla nota prot. 3540 RU del 01.04.2014, l’allegato al comunicato ribadisce che…

Leggi tutto l’articolo Leggi tutto

Pagina successiva »