Newsletter N. 35 del 15.12.2014

dicembre 15, 2014 scritto da ·

Importazione di prodotti biologici dai paesi terzi

il Reg. (CE) n. 1235/2008 della Commissione prevede un periodo in cui gli organismi e le autorità di controllo possono presentare domanda di riconoscimento ai fini della conformità ai sensi dell’articolo 32 del Reg. (CE) n. 834/2007.Poiché l’attuazione delle disposizioni relative all’importazione dei prodotti conformi è ancora in fase di valutazione e i relativi orientamenti, modelli, questionari e il necessario sistema di trasmissione elettronica sono ancora in fase di elaborazione, il termine per la presentazione delle domande da parte degli organismi e delle autorità di controllo necessita di essere prorogato alla data del 31 ottobre 2015…

Leggi tutto l’articolo

Filamenti sintetici provenienti dalla Cina: regime della trasformazione sotto controllo doganale 

con la Risoluzione n.1/D del 3 dicembre 2014, l’Agenzia delle Dogane informa che nel corso della 39a riunione del Comitato Codice Doganale sezione procedure speciali, tenutasi a Bruxelles il 30 ottobre 2014, è stata presentata dalla delegazione slovena per essere sottoposta ad esame delle condizioni economiche, ai sensi dell’art. 552 par.2 del Reg. CEE 2454/93, un istanza di trasformazione sotto controllo doganale (documento di lavoro allegato) di filati di filamenti sintetici (CNC 5402 2000) provenienti dalla Cina per la produzione di filati di filamenti sintetici per cucire (CNC 5401 1090)…

Leggi tutto l’articolo Leggi tutto

Modifica della convenzione TIR

dicembre 15, 2014 scritto da ·

Modifica della convenzione doganale relativa al trasporto internazionale di merci accompagnate da carnet TIR (Convenzione TIR 1975): a norma della notifica al depositario dell’ONU C.N.661.2014.TREATIES — XI.A.16, il 1° gennaio 2015 entrano in vigore alcuni emendamenti alla convenzione TIR per tutte le parti contraenti. Gli emendamenti in questione sono riportati nell’accordo internazionale pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’UE serie L346 del 2/12/2014.

Allegati: 2014 – Accordi Internazionali – Convenzione TIR – Modifica – 2122014

Newsletter N. 33 del 9.12.2013

dicembre 8, 2013 scritto da ·

Impianti azionati da fonti rinnovabili: nuove indicazioni dall’Agenzia delle Dogane

A seguito di varie richieste da parte di alcune Direzioni periferiche di chiarimenti inerenti l’applicazione di quanto previsto dal Testo unico accise per gli impianti indicati in oggetto, anche in relazione alla erogazione di incentivi per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili da parte dal Gestore Servizi Energetici S.p.A (GSE), la Direzione centrale dell’Agenzia delle Dogane ha fornito le seguenti indicazioni…

Leggi tutto l’articolo

Modalità di accertamento, contabilizzazione e controllo della produzione presso i “microbirrifici”

Il Comma 12 dell’art. 2, comma 11, del decreto legge n.16 del 2012, ha attribuito al Direttore dell’Agenzia delle Dogane la facoltà di disciplinare, mediante apposita determinazione, l’assetto del deposito fiscale e le modalità di accertamento, contabilizzazione e controllo della produzione per le fabbriche di birra con produzione annua non superiore ai 10.000 ettolitri (cd. “microbirrifici”), eliminando al contempo per tali opifici…

Leggi tutto l’articolo  Leggi tutto

Convenzione TIR: misure adottate dall’amministrazione doganale russa

dicembre 8, 2013 scritto da ·

Comunicato relativo alle misure adottate nell’ambito del regime TIR all’Amministrazione doganale russa a partire dal 1° Dicembre 2013: con comunicato del 5 dicembre 2013, l’Agenzia delle Dogane informa che l’Amministrazione doganale russa (FCS) ha reso noto lo scorso 2 dicembre che il regime TIR continua ad essere applicato in Russia. Tale annuncio rettifica una precedente dichiarazione della FCS secondo la quale la procedura doganale del TIR non sarebbe più stata applicabile nell’ambito della Federazione russa a partire dal 1° dicembre, a causa della risoluzione dell’accordo istituito tra la FCS e l’associazione garante russa ASMAP.

Alla luce del nuovo comunicato del 2 dicembre, la risoluzione del predetto accordo è stata rinviata al 1° luglio 2014. L’Amministrazione doganale russa ha dichiarato di continuare ad accettare i carnet TIR nei distretti doganali di Vyborg, Carella e Murmansk come procedura doganale di transito. In altri distretti doganali il carnet TIR continuerà ad essere accettato come procedura di transito, ma una garanzia addizionale, non prevista dalla Convenzione TIR.

La Commissione europea, nella “newsletter” pubblicata il 3 dicembre 2013 nel sito web della DG TAXUD, ha reiterato il proprio impegno affinché la FCS accetti che il regime TIR sia applicato dagli operatori così come previsto dalla Convenzione TIR e che si giunga ad una soluzione chiara e definitiva della questione prima della data del 1° luglio 2014.

Inoltre, la Commissione europea ha recentemente pubblicato talune informazioni (allegate al comunicato in commento) in ordine alle procedure nazionali russe di transito che, alternativamente, possono essere utilizzate per il transito nella Federazione Russa.

Allegati: Agenzia Dogane – Comunicazioni – 5122013 – Allegato

Newsletter N. 22 del 24 settembre 2012

settembre 23, 2012 scritto da ·

Modifica della Convenzione TIR, le precisazioni dell’Agenzia delle Dogane 

Con la nota prot.  109179/RU del 18 settembre 2012, l’Agenzia delle Dogane fornisce alcuni chiarimenti relativi alle recenti modifiche della Convenzione TIR, in particolare in materia di notifica e di richieste di pagamento inviate al titolare del Carnet TIR e all’Ente garante nazionale. Le modifiche in questione sono state pubblicate nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea serie L 244 dell’8 settembre 2012 e sono entrate in vigore il 13 settembre 2012 (vedasi newsletter CNSD n. 221/2012)…

Leggi tutto l’articolo

Prodotti “dual use”, informazioni in merito ai provvedimenti adottati dagli Stati membri 

Con nota informativa pubblicata in GUUE serie C 283 del 19 settembre 2012, la Commissione europea informa dei provvedimenti presi dagli Stati membri in materia di estensione dei controlli a prodotti non presenti nell’elenco dei beni “dual-use” per motivi di sicurezza o di rispetto dei diritti umani…

Leggi tutto l’articolo Leggi tutto

Pagina successiva »