Deposito doganale. chiarimenti riguardanti la presentazione dell’inventario.

marzo 5, 2017 scritto da ·

magazzino

Con comunicazione del 30 gennaio 2017, l’Agenzia delle Dogane informa che a far data dal 1° maggio 2016, tenuto conto delle disposizioni dettate dall’articolo 178 del Regolamento delegato (UE) 2015/2446, che specifica i dati da inserire nelle scritture di cui all’articolo 214 del Regolamento (UE) 952/2013, viene meno, per il regime del deposito doganale, l’obbligo di presentazione dell’inventario.

Conseguentemente, per le nuove istanze al regime presentate da tale data, non occorre più compilare la casella 20 del formulario di cui all’allegato 12 del Regolamento delegato (UE) 2016/341.

Resta confermata la necessità della presentazione dell’inventario per le autorizzazioni al regime vigenti al 1° maggio 2016, fino al riesame delle stesse, per consentire la verifica della sussistenza dei requisiti previsti dalla nuova norma.

La Comunicazione è disponibile al seguente  link

 

Credito doganale triestino.

marzo 5, 2017 scritto da ·

euro

con comunicazione del 31.01.2017, l’Agenzia delle Dogane rende noto che ai sensi del Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 03/12/2004 il saggio degli interessi applicabili alle somme relative ai diritti doganali ammessi al pagamento posticipato concesso, ai sensi dell’art. 3 del D.M. 18 giugno 1923, n. 7207, agli operatori presso l’Ufficio delle dogane di Trieste, viene determinato nella misura del 50% del tasso Euribor a 6 mesi diffuso sui principali circuiti telematici nei giorni 15 giugno e 15 dicembre di ogni anno.

Poiché tale tasso, rilevabile sul sito ufficiale della Banca centrale europea, alla data del 15/12/2016 era negativo e pari al -0.217% semestrale, viene stabilito che, in attesa dei necessari chiarimenti richiesti al competente Ministero dell’Economia e delle Finanze, il tasso applicabile alle dilazioni concesse dal 1 luglio 2016 ai sensi dell’articolo 3 del D. M. 7207/1923, sia pari allo 0% con espressa riserva di recupero qualora il citato ministero indichi un diverso tasso da applicare.

La Comunicazione è disponibile al seguente  link

Pagamento Tramite Bonifico Bancario.
Errato calcolo degli interessi in fase di prenotazione di versamento.

febbraio 23, 2017 scritto da ·

bonifico

Con comunicazione dell’11 gennaio 2017, l’Agenzia delle Dogane informa che per i movimenti (A93) del 2016 con scadenza nel 2017 il sistema, in fase di prenotazione del pagamento tramite bonifico bancario o postale, ha erroneamente calcolato gli interessi, calcolandoli invece correttamente in fase di quietanzamento.
Ciò ha determinato il mancato quietanzamento di talune A93 per importo insufficiente e la contemporanea generazione di un credito (D4) pari alla differenza tra l’importo cumulativo effettivamente quietanzato e quello prenotato.

Onde consentire il quietanzamento automatico di tali A93 gli operatori economici dovranno:

  1. effettuare nuovamente la prenotazione di versamento per i movimenti non quietanzati;
  2. versare tramite bonifico l’importo indicato nella nuova prenotazione.

Nel caso in cui l’importo comunicato dal sistema con la nuova prenotazione risulti pari a zero o negativo (circostanza che si potrebbe verificare in caso di ulteriori pregressi crediti D4) non potrà essere effettuato il quietanzamento automatico e quindi gli operatori economici dovranno inviare la prenotazione rilasciata dal sistema alla casella di posta elettronica dogane.pagamentionline@agenziadogane.it onde effettuare la riconciliazione manuale.
L’Agenzia informa anche che gli uffici non applicheranno sanzioni e/o interessi per i movimenti in parola.

La Comunicazione è disponibile al seguente  link

Nuovi Orientamenti AEO

febbraio 23, 2017 scritto da ·

AEO

Con comunicazione del 16/01/2017, l’Agenzia delle Dogane informa che la DG Taxud – Risk management e Security della Commissione Europea ha pubblicato in lingua italiana il documento TAXUD/B2/047/2011-Rev. 6 dell’11 marzo 2016, relativo alle nuove linee guida per gli AEO, già pubblicato in precedenza dall’Agenzia nella sola versione inglese.
Gli Orientamenti AEO non costituiscono atto giuridicamente vincolante, ma rappresentano uno strumento che fornisce tutte le informazioni necessarie relative alla domanda AEO ed alla gestione dell’intero procedimento. Esso include importanti allegati (es. il questionario di autovalutazione preventiva, la dichiarazione di sicurezza da usare con i partner commerciali, l’automonitoraggio dell’autorizzazione, ecc), che non solo facilitano il processo decisionale per l’ottenimento dell’autorizzazione AEO, ma rappresentano modelli operativi che devono essere usati dall’AEO per il mantenimento della compliance doganale nel tempo.
Tali Linee Guida rappresentano la base di lavoro dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per la gestione degli audit finalizzati al rilascio dell’autorizzazione di Operatore Economico Autorizzato, in un percorso trasparente, responsabile e condiviso con gli altri Paesi dell’Unione e con le categorie rappresentative degli operatori economici.

La Comunicazione è disponibile al seguente link

Ê Gli orientamenti AEO sono disponibili al seguente link

Elenco aggiornato degli uffici dotati di apparecchiature POS per il pagamento in dogana con carte elettroniche

gennaio 19, 2017 scritto da ·

AgenziaDogane

L’Agenzia delle Dogane ha pubblicato il 30/12/2016 l’elenco aggiornato degli uffici delle dogane (83 in tutto), abilitati a ricevere il pagamento dei diritti doganali con carte elettroniche.

L’elenco è disponibile al seguente link

 

Pagina successiva »