Esenzioni concesse ai produttori esportatori indiani.

dicembre 9, 2018 scritto da ·

A seguito di un’inchiesta antidumping, il 9 agosto 2011 il Consiglio ha istituito, con il regolamento di esecuzione (UE) n. 791/2011, un dazio antidumping definitivo del 62,9 % sulle importazioni di alcuni tessuti in fibra di vetro a maglia aperta originari della Repubblica popolare cinese («RPC»).A seguito di una serie di inchieste antielusione a norma dell’articolo 13 del regolamento (CE) n. 1225/2009 del Consiglio (il regolamento di base), il Consiglio ha esteso le stesse misure alle importazioni di alcuni tessuti in fibra di vetro a maglia aperta spediti dalla Malaysia, da Taiwan e dalla Thailandia, dall’India e dall’Indonesia. Un’esenzione è stata tuttavia concessa alle società indiane Montex Glass Fibre Industries Pvt. Ltd. e Pyrotek India Pvt. Ltd. L’applicazione dell’esenzione è concessa subordinatamente alla presentazione alle autorità doganali degli Stati membri di una fattura commerciale valida, conforme ai requisiti stabiliti nell’allegato del regolamento in commento. Qualora tale fattura non sia presentata, si applica un dazio antidumping del 62,9%.

Il Regolamento è disponibile al seguente  link

 

Cooperazione amministrativa in materia di imposta sul valore aggiunto.

novembre 14, 2018 scritto da ·

regolamento ue

Il sistema attuale per l’imposizione degli scambi tra Stati membri è basato su un regime transitorio introdotto nel 1993, che è divenuto obsoleto e vulnerabile alle frodi nel contesto di un sistema estremamente complesso di imposta sul valore aggiunto (IVA). Nell’ottobre 2017 la Commissione ha presentato una proposta legislativa che definisce i principi di un sistema definitivo dell’IVA per gli scambi transfrontalieri tra imprese tra Stati membri basato sull’imposizione delle forniture transfrontaliere nello Stato membro di destinazione. Read more

Formula comune per la completa denaturazione dell’alcole (denaturante generale) ai fini dell’esenzione dall’accisa.

maggio 31, 2018 scritto da ·

Facendo seguito alle richieste di chiarimenti in merito all’applicazione di alcune prescrizioni contenute nella nota n. 77062 del 19 luglio 2017, emanata a seguito dell’introduzione a livello nazionale della formula comune per la completa denaturazione dell’alcole prevista dal Regolamento di esecuzione (UE) 2017/1112 della Commissione del 22 giugno 2017, ed allo scopo di superare alcune incertezze insorte in fase di prima applicazione ed assicurare la necessaria uniformità di trattamento, l’Agenzia delle Dogane, con la nota prot. 31696/RU/2018 del 23 maggio 2018,
fornisce ulteriori indirizzi applicativi. Read more

Misura speciale di deroga agli articoli 218 e 232 della direttiva 2006/112/CE relativa al sistema comune d’imposta sul valore aggiunto.

maggio 10, 2018 scritto da ·

La Decisione in oggetto accetta le richieste presentate dall’Italia nell’abito di una lettera protocollata dalla Commissione il 27 settembre 2017, con cui il Paese richiedeva di essere autorizzato a a introdurre una misura speciale di deroga agli articoli 218 e 232 della direttiva 2006/112/CE e a introdurre l’obbligo di fatturazione elettronica per tutti i soggetti passivi stabiliti sul territorio italiano, fatta eccezione per i soggetti passivi che beneficiano della franchigia per le piccole imprese di cui all’articolo 282 della suddetta direttiva, e di convogliare le fatture nel «Sistema di Interscambio» («SdI»), gestito dall’Agenzia italiana delle Entrate.  Read more

Classificazione delle merci nella nomenclatura doganale.

maggio 10, 2018 scritto da ·

regolamento ue

Comunicazione (2018/C 146/01) in materia di decisioni ITV adottate dalle autorità doganali degli Stati membri in materia di classificazione delle merci nella nomenclatura doganale: in base all’articolo 34, paragrafo 7, lettera a), punto iii), del regolamento (UE) n. 952/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, le autorità doganali devono revocare le decisioni relative a informazioni vincolanti adottate, se diventano incompatibili con l’interpretazione della nomenclatura doganale a seguito di seguenti misure tariffarie internazionali, quali: decisioni di classificazione, pareri in materia di classificazione o modifiche delle note esplicative della nomenclatura del sistema armonizzato di designazione e codificazione delle merci adottati dal Consiglio di cooperazione doganale.

A seguito dell’adozione del documento CCD n. NC2373 – relazione della 59a sessione del comitato del sistema armonizzato, «Comitato SA» e del documento CCD n. NC2447 — relazione della 60a sessione del comitato del sistema armonizzato, «Comitato SA», le ITV adottate dalle autorità doganali dell’UE vanno revocate secondo le indicazioni a cui fa riferimento la comunicazione in comment, le quali possono essere richieste presso la Direzione Generale Fiscalità e unione doganale della Commissione delle Comunità europee, rue de la Loi/Wetstraat 200, 1049 Bruxelles, Belgio oppure consultando il sito Internet della TAXUD al seguente indirizzo.

La Comunicazione è disponibile al seguente  link

Pagina successiva »