Status AEO-C / Spedizioniere Doganale

febbraio 3, 2015 scritto da ·

Considerato l’interesse a promuovere e favorire il programma comunitario AEO nei mesi scorsi l’Agenzia delle Dogane ha accolto favorevolmente  la proposta  del Consiglio Nazionale di prevedere una procedura standardizzata per il rilascio agli spedizionieri doganali  iscritti all’albo professionale dello status di AEO-C.

Alla istanza di richiesta dello Status deve  essere allegato l’ “Attestato di affidabilità professionale ai principi del codice deontologico dei doganalisti” rilasciato a titolo gratuito dal Consiglio Nazionale. Tale attestato contenente  tra l’altro il codice EORI dello spedizioniere doganale  può essere presentato anche in fase di audit.

L’attestato verrà preso in debita considerazione in fase di audit, con riferimento alle condizioni ed ai criteri da valutare, dagli auditors del locale Ufficio delle dogane,  rendendo più celere il procedimento di rilascio dello status di AEO-C

Riunione Ministero della salute/ Fruitimprese

febbraio 3, 2015 scritto da ·

INFLUENZA: MIGLIAIA CHIAMATE A NUMERO VERDE,CONTROLLI NAS

Il 27 gennaio 2015 si è svolta una riunione presso il  Ministero della Salute con gli operatori del settore agroalimentare promossa da Fruitimprese – Associazione Imprese Ortofrutticole a cui ha partecipato il nostro presidente – Giovanni De Mari.

I temi trattati all’ordine del giorno sono stati:

1) Armonizzazione dell’analisi dei rischi a livello nazionale, creando una piattaforma generale comune per la gestione delle allerte e delle non conformità, per garantire la certezza dei produttori segnalati e delle merci sottovincolo con un pronto riscontro dei risultati analitici assunti. Monitoraggio delle stesse situazione nell’ambito comunitario per evitare distorsione di traffico tra porti  nazionali o ,peggio, a favore di porti comunitari.

2) Permettere un’alternativa alle analisi effettuate ad oggi solo dai laboratori pubblici. Il vincolo legislativo nazionale che impone tale restrizione provoca costi aggiuntivi e rallentamento delle analisi per motivi sia fisiologici, considerata la stagionalità di alcuni prodotti, che organizzativi per la carenza di organico e per la scarsità delle risorse finanziarie utilizzabili nei momenti di maggior afflusso di merci. D’altra parte tale limitazione è in contrasto con il Regolamento comunitario n:882/2004, art. 12, laddove prevede che i laboratori di analisi devono essere accreditati secondo le norme ISO senza discriminazione tra laboratori pubblici e privati.

3) Valutare ove ricorrano sempre i medesimi importatori ed abbinati esportatori, una possibile riduzione delle analisi, lasciandole a scandaglio ,ma riducendone le percentuali;

4)  Chiarire il concetto  di partita e lotto- definendo la variabile a secondo della tipologia  della merce, del suo status ( merce sotto regolamento ), e della possibilità di aggregazione in fase di presentazione  delle partite ove ne ricorrano  le possibilità.

Il Ministero della Salute ha dichiarato la disponibilità a risolvere le varie criticità segnalate.

Al via il nuovo sito del CNSD

gennaio 11, 2010 scritto da ·

Si comunica agli utenti che è pubblicato all’ indirizzo www.cnsd.it il nuovo sito del Consiglio Nazionale degli Spedizionieri Doganali.

Il sito è in fase di prova e di sperimentazione, non escludiamo pertanto qualche lieve disagio per gli utenti, sia dovuto alla contemporanea attività di programmazione sullo stesso da parte dei nostri sistemisti, sia per le novità nell’ accesso e nella navigazione per gli utenti. Tale fase si concluderà nel più breve tempo possibile e, comunque, entro e non oltre il 31 gennaio p.v. Read more