Esportazione e importazione di sostanze chimiche pericolose

24 maggio, 2016 scritto da   Stampa Articolo Invia Articolo per Email

Europa Europe 3D

Decisione di Esecuzione (UE) 2016/770 della Commissione del 14 aprile 2016 che istituisce un formato comune per la comunicazione delle informazioni concernenti lo svolgimento delle procedure ai sensi del regolamento (UE) n. 649/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio sull’esportazione e importazione di sostanze chimiche pericolose: visto il regolamento (UE) n. 649/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 4 luglio 2012, sull’esportazione ed importazione di sostanze chimiche pericolose, in particolare l’articolo 22, paragrafo 1, sentito il parere del comitato istituito dall’articolo 133 del regolamento (CE) n. 1907/2006, concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH), che istituisce un’Agenzia europea per le sostanze chimiche, al fine di assicurare che le informazioni comunicate dagli Stati membri siano trasmesse in modo uniforme, si è ritenuto opportuno creare un formato comune destinato ad essere utilizzato dagli Stati membri nell’adempimento dei loro obblighi di comunicazione ai sensi del regolamento (UE) n. 649/2012. Si è inoltre reputato opportuno specificare i periodi di riferimento esatti per garantire chiarezza e coerenza visto che il regolamento (UE) n. 649/2012 stabilisce che gli Stati membri sono tenuti a comunicare le informazioni concernenti lo svolgimento delle procedure ogni tre anni.

La Deicisone della Commissione UE è disponibile al seguente  link