Modifiche alle DAC relative al sistema di preferenze tariffarie generalizzate per taluni paesi o territori

7 aprile, 2015 scritto da   Stampa Articolo Invia Articolo per Email

regolamento ue

Il regolamento (CEE) n. 2454/93 (DAC) prevede una riforma del modo in cui l’origine delle merci è certificata ai fini del sistema di preferenze tariffarie generalizzate («SPG») dell’Unione. La riforma ha introdotto un sistema di autocertificazione dell’origine delle merci da parte degli esportatori registrati a tal fine dai paesi beneficiari o dagli Stati membri, la cui applicazione è stata prorogata al 1° gennaio 2017. La riforma si fonda sul principio secondo cui, poiché gli esportatori sono nella posizione migliore per conoscere l’origine dei loro prodotti, è appropriato esigere che essi forniscano le attestazioni di origine direttamente ai loro clienti. Per consentire ai paesi beneficiari e agli Stati membri di registrare gli esportatori, la Commissione ha il compito di istituire un sistema elettronico degli esportatori registrati (denominato «sistema REX»).

Inoltre, poichè anche la Norvegia e la Svizzera concedono preferenze tariffarie unilaterali per le importazioni in provenienza dai paesi beneficiari, è stato convenuto che anche tali Paesi applicheranno il sistema degli esportatori registrati ed utilizzeranno il sistema REX. La stessa possibilità sarà offerta alla Turchia una volta che tale paese soddisferà determinate condizioni stabilite nel regolamento (CEE) n. 2454/93. È pertanto opportuno introdurre gli adeguamenti necessari al fine di garantire il corretto funzionamento della cooperazione tra l’Unione, la Norvegia, la Svizzera e la Turchia. 
Il regolamento in oggetto stabilisce abche che i dati del sistema REX verranno pubblicati su un sito web pubblico, in modo da consentire a importatore che utilizza un’attestazione di origine di verificare la validità del numero di esportatore registrato dell’esportatore registrato che l’ha redatta. Infinele condizioni per il rilascio a posteriori di certificati di origine, FORM A, prevedono il caso supplementare in cui la destinazione finale dei prodotti è determinata durante il trasporto o lo stoccaggio dei prodotti e dopo l’eventuale frazionamento.

Il regolamento UE è disponibile al seguente link

Comments are closed.