Regolamento dalla Commissione relativo alla’applicazione dei diritti di proprietà intellettuale da parte delle autorità doganali

30 dicembre, 2013 scritto da  This page as PDF Stampa Articolo Invia Articolo per Email

Il Regolamento (UE) n. 608/2013 stabilisce le condizioni e le procedure per l’intervento delle autorità doganali quando merci sospettate di violare un diritto di proprietà intellettuale sono, o avrebbero dovuto essere, soggette a vigilanza o controllo doganale conformemente al regolamento (CEE) n. 2913/92 del Consiglio. A norma di tale regolamento, le persone e le entità debitamente legittimate possono presentare una domanda al servizio doganale competente chiedendo che le autorità doganali intervengano su tali merci (domanda) e possono altresì chiedere la proroga del periodo durante il quale le autorità doganali devono intervenire in merito a una domanda accolta in precedenza (richiesta di proroga). Al fine di garantire condizioni uniformi per la presentazione della domanda e per la richiesta di proroga, occorre stabilire formulari standard.

Tali formulari standard sostituiranno quelli previsti dal regolamento (CE) n. 1891/2004 della Commissione recante applicazione del regolamento (CE) n. 1383/2003 del Consiglio, il quale deve essere abrogato dal regolamento (UE) n. 608/2013. Il regolamento (CE) n. 1891/2004 sarà pertanto abrogato.

Il regolamento (UE) n. 608/2013 si applica a decorrere dal 1° gennaio 2014 e, di conseguenza, anche il regolamento in oggetto sarà applicabile a decorrere dalla stessa data.

Allegati:Commissione Europea – 2012 – Regolamenti – 1357 – 17122013

Comments are closed.