Nuovo accordo tra la Comunità europea e la Confederazione svizzera riguardante l’agevolazione dei controlli e delle formalità nei trasporti di merci l’accordo tra la Comunità europea e la Confederazione svizzera riguardante l’agevolazione dei controlli e delle formalità nei trasporti di merci

7 luglio, 2013 scritto da   Stampa Articolo Invia Articolo per Email

La Decisione N. 1/2013 del Comitato misto UE-Svizzera del 6 giugno 2013 (2013/330/UE) modifica gli allegati I e II dell’accordo concluso il 25 giugno 2009 tra la Comunità europea e la Confederazione svizzera riguardante l’agevolazione dei controlli e delle formalità nei trasporti di merci e le misure doganali di sicurezza.

L’accordo in questione impegna le parti contraenti a garantire nel rispettivo territorio un livello di sicurezza equivalente, tramite misure doganali basate sulla legislazione in vigore nell’Unione europea e in particolare le pertinenti disposizioni del regolamento (CEE) n. 2913/92 del Consiglio, del 12 ottobre 1992 (codice doganale comunitario) e del regolamento (CEE) n. 2454/93 della Commissione (DAC). Dopo la conclusione di tale accordo, nella suddetta legislazione sono state introdotte modifiche concernenti le misure doganali di sicurezza, in particolare mediante i regolamenti della Commissione (CE) n. 312/2009, (UE) n. 169/2010 e  n. 430/2010.

Si è ritenuto pertanto opportuno inserire nel testo dell’accordo le modifiche pertinenti della legislazione dell’Unione europea al fine di mantenere l’equivalenza del livello di sicurezza delle parti contraenti (es. in materia di dichiarazioni sommarie di entrata o di uscita, ecc.). Per ulteriori dettagli si rimanda al testo dell’accordo.

Allegati:2013 – Comitato misto UE Svizzera – Decisione 1-2013 – 06062013

Comments are closed.