Contingente di biodiesel anno 2010

10 gennaio, 2010 scritto da  This page as PDF Stampa Articolo Invia Articolo per Email

Contingente di biodiesel di cui all’art.22-bis, comma 1, del D.l.vo 504/95, precisazioni ed istruzioni operative per la suddivisione relativa all’anno 2010 e per la chiusura del programma 2009: facendo seguito al comunicato Prot. n. 178431/RU del 30 dicembre 2009 e relativa integrazione (Prot. 178702/RU del 31 dicembre 2009), l’Agenzia delle Dogane, con nota Prot. 404 / R.U. del 5 gennaio 2010, con riferimento alla gestione del contingente di biodiesel in oggetto per gli anni 2009 e 2010, fornisce una serie di chiarimenti relativamente ai seguenti aspetti:

1) presentazione dell’istanza di partecipazione al programma per l’anno 2010;

2) redazione della relazione a consuntivo per le assegnazioni del 2009;

3) fornitura, da parte degli Uffici delle dogane, del dato di conto a scalare al 31 dicembre 2009, per ciascun assegnatario di rispettiva competenza.

Relativamente al primo punto, e nel far seguito al comunicato prot. 178431/RU del 30 dicembre 2009 (e successiva integrazione prot. 178702/RU del seguente 31 dicembre), l’Agenzia ribadisce che, ai sensi dell’art. 2, comma 64 della legge n.191 del 23 dicembre 2009 (Legge finanziaria per il 2010, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 302 del 30 dicembre 2009 – Serie Generale, come annunciato dal sopra richamato comunicato Prot. 178702/RU del 31 dicembre 2009 dell’Agenzia delle Dogane), il contingente in oggetto è stato ridotto a complessive 18.000 tonnellate e che il Ministero per le politiche agricole, alimentari e forestali, con nota prot. 20255 del 28 dicembre 2009, ha formulato, ai sensi dell’art.3, comma 3 del D.M.156/08, espressa richiesta di riservare per l’anno 2010, al biodiesel ottenuto nell’ambito di intese di filiera (la cosiddetta quota prioritaria) una quota pari a 20.000 tonnellate, impegnando pertanto tecnicamente, anche oltre l’erogabile, l’intero contingente disponibile ai sensi del richiamato art. 2, comma 64, legge finanziaria 2010.

Ai fini della presentazione – entro il termine perentorio del 10 gennaio – delle domande di partecipazione, occorre far riferimento alle istruzioni impartite con nota prot. 68072 del 23 dicembre 2008. Per quanto riguarda la comunicazione di cui all’art. 2, comma 1, lettera g) del D.M.156/08, relativa ai quantitativi di biodiesel realizzati e ceduti per la successiva immissione in consumo sul territorio nazionale occorre far riferimento a quelli assegnati in via definitiva, per gli anni 2008 e 2009, con determinazioni dall’allora Area Centrale Verifiche e Controlli prot. n.102786 del 29 luglio 2009 (quota prioritaria 2009), prot. n. 90907 del 7 luglio 2009 (quota generica 2009), prot. n. 70202 del 29 dicembre 2008 (quota prioritaria 2008) e prot.n.61374 del 27 maggio 2009 (quota generica 2008) destinati all’immissione in consumo nel periodo 1° gennaio 2008 – 31 dicembre 2009, suddivisi mensilmente con indicazione del totale relativo a ciascun anno.

Gli Uffici delle Dogane vengono invitati ad attivarsi tempestivamente per il rilascio della certificazione dei predetti quantitativi – ai sensi dell’art. 2 comma 2 lettera c del più volte citato D.M. 156/08 – non appena ne pervenga richiesta da parte della Società partecipante alla suddivisione in oggetto. La certificazione va trasmessa in originale, possibilmente allegata all’istanza di partecipazione o, con apposita integrazione alla stessa, entro e non oltre il termine del 31 gennaio 2010, a pena di esclusione dal programma. Per quanto riguarda i termini e le modalità della prestazione della garanzia, la nota rimanda all’art. 5 del D.M. 156/2008.

Relativamente al secondo punto, la nota precisa che la relazione a consuntivo concernente le assegnazioni dell’anno 2009, deve essere presentata all’Agenzia delle Dogane ed agli altri Enti indicati all’art.8, comma 1 del D.M.156/08 entro il 31 gennaio 2010, a pena di esclusione dalla ripartizione per l’anno 2010 (ultimo anno del programma agevolativo).

La relazione è dovuta anche nel caso in cui non sia stata effettuata alcuna produzione delle quantità assegnate. Parimenti, la relazione è dovuta da parte dei soggetti che pur non avendo ricevuto assegnazione di quote sono stati comunque inclusi nell’elenco dei soggetti assegnatari ed hanno, eventualmente, stipulato contratti di conto lavorazione durante l’anno 2009.

Nella relazione in questione devono essere inclusi, qualora non in precedenza comunicati, anche i dati relativi ad eventuali produzioni di contingente ascritto all’anno 2008, ma effettuate nell’anno 2009.

Infine,per quanto riguarda la fornitura, da parte degli Uffici delle dogane, del dato di conto a scalare al 31 dicembre 2009, per ciascun assegnatario del programma 2009, la nota evidenzia che l’art.22-bis, comma 1 del Dersto Unico Accise (d.lgs 504/95 o “TUA”), prevede che “per ogni anno di validità del programma i quantitativi del contingente che risultassero, al termine di ciascun anno, non ancora miscelati con il gasolio ovvero non ancora trasferiti ad impianti di miscelazione nazionali ovvero, per il biodiesel destinato ad essere usato tal quale, non ancora immessi in consumo sono ripartiti tra gli operatori proporzionalmente alle quote loro assegnate; tali quantitativi devono essere miscelati con il gasolio ovvero trasferiti ad impianti di miscelazione nazionali ovvero, per il biodiesel destinato ad essere usato tal quale, immessi in consumo, entro il successivo 30 giugno”.

Al fine di consentire l’eventuale ripartizione di cui sopra, si invitano gli Uffici delle dogane a fornire tempestivamente alla scrivente, per ciascuno dei depositi (impianti di produzione o cancelli di ingresso) assegnatari di contingente 2009 di rispettiva competenza, il valore, al termine del giorno 31 dicembre 2009, del “conto a scalare” di cui all’art. 8, comma 2 del D.M.156/08 e al paragrafo 7.1, punto 7 della circolare 40/ D del 30 ottobre 2008.

Allegati: Nota Prot. 404 / R.U. del 5 gennaio 2010, Comunicato Prot. n. 178431/RU del 30 dicembre 2009, Comunicato Prot. 178702/RU del 31 dicembre 2009

Comments are closed.