Telematizzazione delle accise e DAA telematico, introduzione di ulteriori controlli di qualità dei dati

28 giugno, 2011 scritto da   Stampa Articolo Invia Articolo per Email

Con la nota Prot. 73051/RU del 17/06/2011, l’Agenzia delle Dogane comunica che, al fine di evitare l’errata compilazione del Campo 17.b “CPA – Categoria merceologica” della Bozza di documento amministrativo elettronico (tracciato IE815), sono state inserite le regole R47 e R48 la cui violazione dà luogo, rispettivamente, ai seguenti messaggi di errore:

–      CPA non autorizzata sulla banca dati SEED per lo speditore/luogo di spedizione (R47);

–      CPA non autorizzata sulla banca dati SEED per il destinatario/luogo di destinazione (R48).

Pertanto, prima di trasmettere la Bozza in argomento, gli operatori tutti sono invitati a controllare che la CPA indicata nel Campo 17.b “CPA – Categoria merceologica” risulti autorizzata nella banca dati SEED comunitaria sia per il proprio codice di accisa, sia per quello del destinatario. La nota ricorda altresì che la banca dati SEED è consultabile su internet al seguente indirizzo:

http://ec.europa.eu/taxation_customs/dds2/seed/seed_consultation.jsp?Lang=it

Le nuove regole sono pubblicate sul sito dell’Agenzia nella sezione Accise seguendo il percorso “Telematizzazione delle accise -> DAA Telematico -> Caratteristiche generali, condizioni e regole -> Regole”.

Ulteriori informazioni di dettaglio sono riportate nella sezione relativa alla “Assistenza on line” del sito dell’Agenzia delle Dogane. Le modifiche in oggetto sono operative in ambiente di addestramento ed in ambiente reale dal 20 giugno 2011.

Allegati: Agenzia Dogane – Nota – 73051RU – 17062011

Comments are closed.