Controlli metrologici successivi sui contatori di energia elettrica attiva e complessi di misura elettrici utilizzati per l’accertamento dei flussi energetici ai fini fiscali

28 maggio, 2011 scritto da  This page as PDF Stampa Articolo Invia Articolo per Email

Con la circolare congiunta dell’Agenzia delle Dogane e del Ministero dello Sviluppo Economico n. 17/D (Prot. 62653 / R.U.) del 23 maggio 2011, vengono impartite nuove indicazioni relative ai controlli metrologici successivi sui contatori di energia elettrica attiva, nonché sui complessi di misura elettrici utilizzati per l’accertamento dei flussi energetici ai fini fiscali.

Nelle more dell’emanazione del decreto di cui all’art.19, comma 2 del D.l.vo 22/07 relativo alla disciplina dei controlli metrologici successivi sui contatori elettrici rientranti nel novero della direttiva 2004/22/CE (la cosidetta MID – Measuring Instruments Directive), nonché della più organica definizione dell’intero contesto metrologico afferente i complessi di misura elettrici, la Direzione generale per il mercato, la concorrenza, il consumatore, la vigilanza e la normativa tecnica del Ministero dello Sviluppo Economico e l’Agenzia delle Dogane hanno ritenuto opportuno emanare congiunte istruzioni relativamente alle specifiche prestazionali ed alle modalità con le quali garantire, attraverso opportuni controlli, il corretto funzionamento in opera dei complessi di misura installati presso le officine elettriche preesistenti e di nuova attivazione.

Allegati: 2011 – Agenzia Dogane – Crcolari – 17D – 23052011

Comments are closed.