Nuovo “Sistema di Gestione dei Certificati di firma digitale”: le istruzioni dell’Agenzia delle Dogane

14 febbraio, 2011 scritto da  This page as PDF Stampa Articolo Invia Articolo per Email

La firma digitale è un sistema di autentificazione di documenti digitali analogo alla firma autografa su carta, il quale si basa sull’uso di un certificato digitale memorizzato su di un dispositivo hardware. Il Servizio telematico doganale la richiede per alcuni tipi di dati, documenti o dichiarazioni. A tal fine, collegandosi al sito del Servizio telematico di Prova – menu “Servizi” – è possibile scaricare l’applicazione Firma e Verifica e provvedere successivamente alla sua installazione sulla postazione di lavoro da dove si trasmettono i file. Con la documentazione ricevuta e utilizzando l’applicazione “Genera Ambiente” si genera la firma digitale dell’Agenzia delle Dogane su floppy disk o altro dispositivo magnetico.

Per coloro che fanno uso del certificato di firma digitale dell’Agenzia delle Dogane, l’applicazione web “Genera ambiente” consente dunque di generare la propria coppia di chiavi (pubblica e privata) da utilizzare per la firma digitale dei documenti inviati tramite il Servizio Telematico Doganale – EDI.

In caso di smarrimento della password del certificato, gli utenti devono procedere al blocco dello stesso, quindi contattare il call center per il conseguente ripristino. Solo dopo tale operazione è possibile generare un nuovo certificato di firma.

Al fine di introdurre sostanziali semplificazioni operative, l’Agenzia delle Dogane ha realizzato una nuova applicazione, denominata “Sistema di Gestione dei certificati”, che sostituisce la sopracitata applicazione web e consente agli utenti, in completa autonomia, di bloccare e successivamente generare il nuovo certificato, senza doverne attendere il ripristino da parte dei servizi di assistenza del call center.

Con la nota in commento (Prot. 3352/RU del 4 febbraio 2011), vengono dunque dettate le istruzioni operative inerenti la nuova applicazione web, fermo restando che le stesse non si applicano agli utenti che utilizzano i certificati di firma rilasciati da altri Certificatori qualificati (Certification Authorities).

A far data dall’8 febbraio 2010 l’applicazione web “Genera ambiente” viene pertanto sostituita dal nuovo “Sistema di Gestione dei Certificati”, disponibile sul sito internet del Servizio Telematico Doganale EDI – Ambiente di Prova all’indirizzo https://generaambiente.agenziadogane.it, e comprendente le seguenti funzionalità:

• “Genera certificato”

• “Sospendi certificato”

• “Revoca certificato”

Viene innanzitutto precisato, al riguardo, che un certificato revocato non può essere riattivato. Per richiedere un nuovo certificato occorre dunque utilizzare la funzione “Genera certificato”.

Le istruzioni per richiedere assistenza e per segnalare malfunzionamenti, che ad ogni buon fine si riportano nella nota, sono disponibili sul sito dell’Assistenza online, seguendo il percorso “Come fare per → Richiedere assistenza” (http://assistenza.agenziadogane.it/dogane/allegati/Modalita-utilizzo-Assistenza-20101209.pdf):

Per gli ulteriori dettagli si rimanda al testo della nota.

Allegati:Agenzia Dogane – Nota – 3352RU – 4022011

Comments are closed.