Progetto EMCS, emanate le istruzioni operative relative alle regole di compilazione R006 e R007 e trattazione della Nota di Ricevimento nella telematizzazione dei dati delle contabilità

23 gennaio, 2011 scritto da  This page as PDF Stampa Articolo Invia Articolo per Email

Le istruzioni in oggetto sono fornite dall’Agenzia delle Dogane con la nota Prot. 6844 /RU  del 21 gennaio 2011, che in particolare si sofferma sui seguenti aspetti:

• compilazione di specifici campi dei messaggi IE815, IE818 e IE813 la cui errata valorizzazione dà origine alle violazioni delle regole R006 e R007;

• trattazione della Nota di Ricevimento inerente la telematizzazione dei dati delle contabilità.

Per quanto riguarda la Regola R006, si precisa che essa verifica la congruenza tra il valore del campo 1a ‘Testata – Tipo destinazione’ ed il valore del campo 5a ‘Destinatario – Codice identificativo’ del tracciato IE815. Quando il campo 1a è uguale ad “1”, ovvero Deposito fiscale, il campo 5a deve essere valorizzato con il codice accisa del depositario autorizzato destinatario. Il suddetto codice accisa deve essere presente nella banca dati SEED nazionale, consultabile solo dagli uffici, con il tipo autorizzazione “Depositario autorizzato”, e sul SEED comunitario, consultabile nella sezione Accise del sito dell’Agenzia delle Dogane, con Ruolo di autorizzazione “Authorized warehouse keeper”.

Il campo 7a (‘Luogo di consegna – Codice identificativo’), deve essere invece valorizzato con il codice accisa del deposito fiscale destinatario, che deve risultare presente nella banca dati SEED nazionale  come “Deposito fiscale” e sul SEED comunitario come “Tax warehouse ”.

Le istruzioni precisano che in Italia i codici del depositario autorizzato e del deposito fiscale coincidono, a differenza della maggior parte degli altri paesi comunitari, dove sono diversi. E’ quindi necessario verificare l’esattezza di entrambi i codici, dell’operatore destinatario e del deposito di destinazione, e quindi valorizzare opportunamente i relativi campi.

La regola R007 è stata invece aggiornata come segue:

“Indicare il codice identificativo dell’ufficio doganale, nel formato CS/RD, vale a dire come Numero COR (COR = Customs Office Reference).

Ne consegue che:

• nei campi 4a e 10a del messaggio IE815 deve essere inserito il codice dell’Ufficio di Spedizione/Importazione;

• nel campo 6a del tracciato IE813 deve essere inserito il codice dell’Ufficio di Destinazione/Esportazione;

• nel campo 5a del tracciato IE818 deve essere inserito il codice dell’Ufficio di Destinazione, che corrisponde all’ufficio territorialmente competente sull’operatore che trasmette la Nota di Ricevimento.

Allegati : Agenzia Dogane – Nota – 6844RU – 21012011

Comments are closed.