Corridoio Genova-Tianjin, siglato il piano di cooperazione biennale 2010-2011 per il gemellaggio di cooperazione italo-cinese

7 giugno, 2010 scritto da  This page as PDF Stampa Articolo Invia Articolo per Email

Con Comunicato stampa Prot. n. 75885/RU del 1° giugno 2010, l’Agenzia delle Dogane informa che il 28 maggio 2010 il Direttore regionale delle dogane di Genova ed il Direttore del Distretto doganale di Tianjin hanno siglato a Tianjin il piano di cooperazione per il biennio 2010-2011 fra. La firma del suddetto piano segna un passaggio fondamentale per l’attuazione operativa del gemellaggio di cooperazione doganale tra le due amministrazioni periferiche istituito lo scorso settembre a Pechino dal Direttore dell’Agenzia delle dogane italiane e dal Vice Ministro delle dogane della Repubblica Popolare Cinese Sun Songpu.

Il gemellaggio costituisce un importante e significativo traguardo per l’Agenzia delle Dogane poiché, in precedenza, solo quattro Paesi del mondo, di cui uno in occidente (l’Olanda), avevano stipulato un simile accordo di cooperazione con le dogane del gigante asiatico.

In virtù dell’intesa raggiunta, le parti collaboreranno per un più efficace contrasto al contrabbando e alle altre violazioni di carattere doganale, ponendo nel contempo le basi per la crescita degli scambi commerciali tra Italia e Cina attraverso la semplificazione delle procedure di controllo delle merci.  In particolare, con l’adesione – in corso di formalizzazione – di entrambe le dogane al progetto comunitario Smart and Secure Trade Lanes (SSTL), si creeranno, in una prospettiva futura, le condizioni per un aumento dei traffici tra i rispettivi sistemi portuali e logistici retroportuali per effetto di un nuovo approccio nei controlli doganali grazie anche all’utilizzo delle tecnologie Rfid di tracciamento dei containers (one stop shop).

Allegati:  Agenzia Dogane – Comunicati – 75585RU – 01062010

Comments are closed.