Customs decision dpo – errori rilevati frequentemente.

31 maggio, 2018 scritto da   Stampa Articolo Invia Articolo per Email

Con Comunicato del 24 maggio 2018, l’Agenzia delle Dogane, al fine di favorire la corretta presentazione sul Trader Portal di istanze per il rilascio della autorizzazione alla dilazione di pagamento – decisione DPO, indica i casi di errori nella compilazione degli allegati 5 e 6 che sono stati rilevati più frequentemente e che hanno impedito la creazione di un conto di debito:
– all’istanza sono allegati files in un formato diverso da quello riportato nelle note prot. n. 109580RU del 29.09.2017 e prot. n. 4654RU del 16.01.2018 entrambe pubblicate sul sito Iternet: Operatore economico – Nuovo Codice doganale dell’Unione – disposizioni nazionali;
– all’istanza è allegato n. 5 non aggiornata in quanto mancante del campo “Garanzia Globale”;
– nell’allegato 5 vengono indicati codici di Uffici Doganali inesistenti;
– nell’allegato 6 vengono riportati codici EORI ripetuti o inesistenti (a tal proposito viene consigliato di verificare la validità del codice EORI sul sito http://ec.europa.eu/taxation_customs/dds2/eos/eori_validation.jsp?Lang=it) .
Il comunicato ricorda infine che ai sensi dell’articolo 22 co. 2 del Codice doganale dell’Unione, l’Ufficio delle Dogane deve verificare entro 30 giorni dal ricevimento della richiesta se sono soddisfatte le condizioni per l’accettazione della medesima. Qualora uno o entrambi degli allegati rientrino nelle casistiche sopra evidenziate, la richiesta non potrà essere accettata in quanto la stessa non contiene tutti gli elementi necessari per la decisione.

Il Comunicato è disponibile al seguente  link