Tutela dei diritti di proprietà intellettuale da parte delle autorità doganali.

10 maggio, 2018 scritto da   Stampa Articolo Invia Articolo per Email

regolamento ue

Con il Regolamento di esecuzione (UE) 2018/582 del 12 aprile 2018, la Commissione modifica il regolamento di esecuzione (UE) n. 1352/2013 della Commissione che ha stabilito il formulario di cui al regolamento (UE) n. 608/2013 da utilizzarsi per chiedere che le autorità doganali intervengano per quanto riguarda le merci sospettate di violare un diritto di proprietà intellettuale («formulario»).
Il nuovo formulario viene adattato al fine di di tenere in considerazione l’esperienza pratica acquisita con l’uso di esso nonché garantire una trasmissione e uno scambio di informazioni affidabili attraverso la banca dati centrale di cui all’articolo 31 del regolamento (UE) n. 608/2013. Se una domanda è presentata successivamente alla sospensione dello svincolo o al blocco delle merci da parte delle autorità doganali su iniziativa delle stesse, ora il richiedente ne deve fare menzione nel formulario.
Inoltre, se il richiedente chiede di applicare la procedura per la distruzione di merci oggetto di piccole spedizioni a norma dell’articolo 26 del regolamento (UE) n. 608/2013, occorrerà che egli precisi se desidera che tale procedura sia applicata in tutti gli Stati membri oppure in uno o più Stati membri specifici. 
Infine, il richiedente ha ora la possibilità di inserire nel formulario i nomi e gli indirizzi delle società e degli operatori commerciali interessati, in quanto le informazioni sono pertinenti ai fini dell’analisi e della valutazione del rischio di violazione effettuate dalle autorità doganali.

Il Regolamento è disponibile al seguente  link