Nuovo Modello Autorizzativo Unico (MAU) e modalità per l’accesso ai servizi digitali disponibili sul Portale Nazionale.

8 novembre, 2017 scritto da  This page as PDF Stampa Articolo Invia Articolo per Email

Con la nota prot. 120307/RU del 24 ottobre 2017, l’Agenzia delle Dogane, sciogliendo la riserva di cui alla nota n. 104198/RU del 14 settembre 2017, comunica che è ora possibile accedere al Portale Unico Dogane (PUD) per richiedere le autorizzazioni ai servizi tramite il MAU, utilizzando anche le credenziali SPID (SPID – Sistema Pubblico di Identità Digitale, per accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione con un’unica Identità Digitale).

L’Agenzia precisa altresì che, nelle more del completamento degli ulteriori test di conformità in corso con i Servizi della Commissione per l’utilizzo delle credenziali SPID, per accedere al TP occorre essere abilitati al Servizio Telematico Doganale (STD).

Il monitoraggio delle richieste di assistenza e l’esame dei quesiti pervenuti hanno evidenziato tentativi falliti di utilizzo dei servizi erogati dal TP dovuti al mancato rispetto sia delle istruzioni diramate sia delle indicazioni contenute nella documentazione messa a disposizione della Commissione al link:

https://ec.europa.eu/taxation_customs/business/customs-procedures/customs- decisions_en .

Ulteriori specifiche contenute nella nota sono le seguenti:

–        il progetto unionale “Uniform User Management and Digital Signatures” (UUM&DS) si prefigge l’obiettivo di gestire con un’unica identità digitale l’accesso ai servizi unionali utilizzando le modalità nazionali di accesso.

–        Il MAU soddisfa i requisiti unionali per l’accesso al TP nonché i requisiti stabiliti dal quadro normativo nazionale in materia di protezione dei dati personali.

–        La nota rammenta altresì che la normativa nazionale obbliga a individuare univocamente la Persona Fisica che accede ai servizi e ad accertare che ne abbia titolo in forza del ruolo che svolge o direttamente o a seguito del conferimento di una delega. Con il MAU è stata introdotta la figura del “Gestore”, Persona Fisica a cui l’operatore economico – che ha titolo ad utilizzare i servizi digitali – conferisce delega per l’attribuzione e la gestione delle autorizzazioni.

–        Per conferire la suddetta delega l’operatore economico deve essere in possesso dell’identità digitale SPID o delle credenziali di accesso all’STD.

–        Il “Gestore”, ricevuta la delega, attribuisce le autorizzazioni ai vari servizi secondo le modalità specificate nella nota più volte richiamata. Possono accedere ai servizi del TP le sole PF così autorizzate.

Per ulteriori dettagli si rimanda al testo della nota.

La Nota è disponibile al seguente link