Approvate dal Consiglio le linee direttrici della tutela dei diritti di proprietà intellettuale

8 marzo, 2010 scritto da  This page as PDF Stampa Articolo Invia Articolo per Email

Con la Risoluzione 2010/C 56/01) del 1° marzo 2010 sulla tutela dei diritti di proprietà intellettuale nel mercato interno, il Consiglio accoglie i suggerimenti contenuti nella comunicazione della Commissione dell’11 settembre 2009 intitolata «Migliorare la tutela dei diritti di proprietà intellettuale nel mercato interno», assumendosi l’impegno a rafforzare l’efficacia del sistema di protezione dei diritti di proprietà intellettuale ai fini di una migliore lotta alle violazioni dei diritti di proprietà intellettuale.

Il Consiglio pone in evidenza che in materia di diritto d’autore e diritti connessi, la pirateria dei beni culturali e creativi, in un ambiente digitale in rapida evoluzione, danneggia la commercializzazione legittima dei media, ostacola l’avvento di modelli commerciali competitivi di offerta legale di contenuti culturali e creativi, mette in discussione l’adeguata remunerazione dei titolari dei diritti e frena il dinamismo dell’industria culturale europea che dà accesso all’offerta culturale legale, diversificata e di elevata qualità. Esso inoltre sottolinea la responsabilità comune che incombe alla Commissione e agli Stati membri riguardo il miglioramento del funzionamento del mercato interno, specie nel settore della protezione della proprietà intellettuale, e la necessità di sviluppare la cooperazione amministrativa interagenzie nel settore della tutela dei diritti di proprietà intellettuale. A tal fine invita la Commissione, in stretta collaborazione e coordinamento con le competenti autorità o istituzioni degli Stati membri, a proseguire l’analisi degli accordi amministrativi nazionali esistenti, concordando con le principali linee d’azione presentate dalla Commissione nella Comunicazione di cui sopra. Gli Stati membri sono inoltre invitati ad elaborare strategie nazionali anticontraffazione e antipirateria e ad istituire strutture di coordinamento trasparenti in questo settore. Essi inoltre sono invitati, insieme alla Commissione, ad adoperarsi per promuovere adeguati ed efficaci livelli di protezione della proprietà intellettuale sia negli accordi internazionali bilaterali che multilaterali, tenendo debitamente conto dell’acquis dell’Unione.

Allegati: Consiglio d’ Europa – 2010 – Risoluzioni – 2010C – 01032010

Comments are closed.